19 maggio 2024
Aggiornato 16:00

Rep.ceca, Passa voto di sfiducia: cade il governo Topolanek

La mozione dei Socialdemocratici passa con 101 voti su 200

PRAGA - Il governo ceco guidato da Mirek Topolanek è caduto. La mozione di sfiducia promossa dai Socialdemocratici (Cssd) è stata votata da 101 deputati su 200, secondo il conteggio ufficioso riportato dai media cechi. Il primo ministro ceco ha dichiarato nei giorni scorsi di voler comunque restare sino alla conclusione del semestre di presidenza dell'Unione europea, sino alla fine di luglio.

Il primo ministro Topolanek ha risposto a caldo alle domande dei cronisti con un ringraziamentoa ai deputati che lo hanno sostenuto. «Ringrazio tutti coloro che hanno votato per il governo. Prendo atto comunque di questa votazione e mi comporterò secondo la Costituzione. Grazie!», ha dichiarato il premier che adesso dovrà per prassi rassegnare le dimissioni. I numeri ufficiali della votazione della Camera che hanno fatto cadere l'esecutivo saranno adesso comunicati dal presidente del ramo basso del Parlamento ceco Miroslav Vlcek e al presidente ceco Vaclav Klaus, che dopo aver accettato le dimissioni dell'esecutivo dovrà accertare se la squadra di governo possa rimanere fino al conferimento dell'incarico a un nuovo premier. A questa fase seguiranno consultazioni e negoziati.

Intanto il leader dell'opposizione Jiri Paroubek ha dichiarato di essere disposto a far rimanere in sella il governo sino alla fine del semestre europeo a patto che il ministro degli Interni Ivan Langer lasci l'incarico. Paroubek ha, però, sottolineato di preferire «un governo di tecnici» e ha chiesto «elezioni anticipate in autunno o in primavera».