16 ottobre 2021
Aggiornato 10:30
Due bombe sono esplose nel quartiere di Gungeron

Strage a Istanbul, 17 morti. Nessuna rivendicazione, sospetti sui curdi del PKK

Oggi l'Alta Corte turca potrebbe dichiarare illegale il partito del premier e del capo dello Stato

E' salito a 17 morti il bilancio delle vittime degli attentati di ieri sera in un quartiere residenziale di Istanbul, in Turchia. Ecco le immagini amatoriali dell'esplosione di una delle due bombe scoppiata all'interno di una cabina telefonica. L'altro ordigno è esploso dopo venti minuti in un cassonetto dei rifiuti. Il duplice attacco terroristico non è ancora stato rivendicato, anche se le modalità fanno pensare al separatisti curdi del Pkk.

Dura la condanna del presidente turco Abdullah Gul: «Nessuno - ha detto - raggiungerà i propri scopi facendo vittime innocenti con atti di violenza». «I responsabili degli attacchi - ha assicurato il premier Erdogan - saranno portati davanti alla giustizia al più presto». Intanto per oggi è attesa la decisione dell'Alta Corte turca che si esprimerà sulla chiusura del Partito della Giustizia e dello Sviluppo, la compagine politica islamico-moderata di cui fanno parte il premier e il capo dello Stato.