28 ottobre 2021
Aggiornato 22:00
EU-PRIME o European Union-Partnership to Reinforce Immunisation Efficiency

EU-PRIME approva piano di lavoro di 7,56 Mio EUR per la Nigeria

Progetto di partenariato dell'Unione europea per il rafforzamento dell'efficienza dell'immunizzazione

La delegazione della Commissione europea in Nigeria ha dato il via libera al programma di lavoro definitivo, il cosiddetto «Programme Estimate», del progetto di partenariato dell'Unione europea per il rafforzamento dell'efficienza dell'immunizzazione (EU-PRIME o European Union-Partnership to Reinforce Immunisation Efficiency), valutato in 2,3 Mio EUR.

Il piano di lavoro sarà valido fino al 30 giugno 2009. I finanziamenti iniziali erano previsti per 23 stati nigeriani, come Ebonyi, Kaduna, Kwara, Sokoto e Zamfara. I sei stati principali del PRIME (vale a dire Abia, Cross River, Gombe, Kebbi, Osun e Plateau) riceverebbero 86.665 EUR a testa. La sede centrale del PRIME in Nigeria si trova ad Abuja, nel Territorio della capitale federale (Federal Capital Territory).

Parlando alla Nigerian publication Leadership, la delegazione della Commissione europea ha dichiarato che la prima rata sarebbe stata impiegata per coprire una serie di azioni, come la formazione del personale addetto alla sanità al fine di fornire servizi di immunizzazione più efficaci e di migliore qualità nei 23 stati, come anche il rinnovamento dei centri sanitari che hanno urgente bisogno di ristrutturazione. Riguardo alla formazione del personale, saranno applicati cinque moduli approvati dal governo, che rientrano nel Basic Guide for Routine Immunisation Service Providers (BGRISP).

Va notato che il progetto EU-PRIME non soltanto è riuscito ad assicurare la fornitura di attrezzature per l'immunizzazione per un valore di 11,38 MIO EUR negli ultimi 6 anni, ma ha anche costruito una forza lavoro di 47.000 unità. Le nuove attrezzature includono strumenti per la conservazione dei vaccini, come Cold Chain, veicoli e strumenti TI.

Il punto a favore dell'EU-PRIME è che i nigeriani appartenenti a comunità selezionate avranno la possibilità di essere vaccinati in modo sicuro ed efficace contro una serie di malattie che colpiscono il paese, in particolare la poliomielite. Inoltre, l'esperienza fornita da gruppi locali e stranieri, come anche il supporto tecnico e l'amministrazione del progetto, rappresentano elementi chiave dell'EU-PRIME.

Alla fine, sensibilizzare le coscienze, rafforzare la comunicazione e migliorare la visibilità si dimostreranno efficaci strumenti per migliorare la fornitura del servizio di immunizzazione in Nigeria.

La Commissione europea ha dichiarato che il peso delle malattie prevenibili con i vaccini è uno dei più alti nell'intera regione. Fornendo dati rilasciati nel 2003, la Commissione ha sottolineato che la media nazionale dei bambini completamente vaccinati è di quasi 13%, mentre la difterite, la pertosse e il tetano (DPT) sono coperti per oltre il 24%. Ci sono una serie di fattori che contribuiscono ad abbassare i numeri, come ad esempio il fallimento del sistema sanitario nazionale e la verticalizzazione dei programmi di immunizzazione, ha fatto notare la CE.

Oltre a mirare all'immunizzazione dei 6 stati principali della Nigeria, l'UE ha anche stanziato 20,4 milioni al governo nigeriano attraverso il Programma nazionale di immunizzazione, con l'obiettivo di sradicare la poliomielite. Ulteriori 12,9 Mio EUR sono stati stanziati dall'Organizzazione mondiale della sanità per lo stesso scopo.