19 giugno 2019
Aggiornato 21:00
Riscaldamento

Comfort termico e risparmio: come migliorare il rendimento della propria caldaia

Le caldaie intelligenti di ultima generazione possono anche essere integrate ad altri impianti eco-sostenibili, come le pompe di calore e i pannelli radianti e fotovoltaici

Come migliorare il rendimento della propria caldaia
Come migliorare il rendimento della propria caldaia ( Shutterstock )

Come l'impianto di riscaldamento è il sistema di circolazione delle nostre abitazioni, allo stesso modo la caldaia rappresenta il loro cuore pulsante, l'unico apparecchio in grado di garantirci calore e acqua calda ad uso sanitario in tutte le stagioni e secondo le nostre necessità.
Per assicurarvi il massimo comfort termico e un notevole risparmio in bolletta, oggi sul mercato potete trovare la caldaia domestica perfetta, pensata per ottimizzare i consumi con un notevole rendimento dal punto di vista energetico. Le caldaie intelligenti di ultima generazione possono anche essere integrate ad altri impianti eco-sostenibili, come le pompe di calore e i pannelli radianti e fotovoltaici, che sfruttano le energie rinnovabili, l'ideale se si vuole pensare al proprio benessere e al proprio risparmio, con un occhio di riguardo nei confronti dell'ambiente.

La scelta giusta
Se avete una vecchia caldaia e state pensando di cambiarla con un modello nuovo e più performante, dovete fare una scelta oculata, anche perché le caldaie di ultima generazione richiedono un investimento economico considerevole rispetto ai modelli tradizionali.
Per cominciare valutate bene la vostra situazione, quindi la grandezza della vostra abitazione, le sue caratteristiche e le vostre abitudini per quanto riguarda i consumi di riscaldamento e acqua calda, in modo da scegliere il modello più adatto alle vostre necessità.
Dovete infatti sapere che i diversi modelli di caldaie offrono un rendimento termico diverso, che è stato stabilito per legge dal DPR 660/96 e suddiviso in 4 classi: 4 stelle indicano una caldaia ad alto rendimento, che va diminuendo, proporzionalmente alla sua potenza nominale, fino ad 1 stella.
Tra i modelli ad alto rendimento ci sono per esempio le caldaie a condensazione, pensate apposta per recuperare il calore latente, che nei modelli tradizionali viene disperso attraverso i fumi di scarico, e reinserirlo nel sistema per la produzione di acqua calda.

I giusti accorgimenti
Se possedete una caldaia domestica tradizionale e volete aumentare il suo rendimento termico, o se avete già una caldaia a condensazione e desiderate ottimizzarne ancora di più performance e consumi, ci sono alcune piccole strategie che potete mettere in atto, per rendere la vostra casa il tempio del comfort termico e avere un notevole risparmio in bolletta.
Intanto, se potete permettervi un certo investimento, magari usufruendo delle agevolazioni e degli sgravi fiscali previsti dallo Stato, fate controllare e sigillare gli infissi e valutate di investire per coibentare la casa o dotarla di un cappotto termico. In questo modo arginerete le dispersioni di calore, massimizzando il rendimento di ogni tipologia di caldaia.
Sempre a livello strutturale, potete anche intervenire sul pavimento, facendo installare un sistema di pannelli a pavimento che possa essere integrato alla vostra caldaia, per raggiungere il massimo rendimento.
Se avete una caldaia a condensazione, ricordatevi che il suo rendimento sarà massimo solo se la farete lavorare a basse temperature, per cui vi conviene abbassare la temperatura dei radiatori sui 30-40 gradi, in modo da sfruttare al meglio tutti i benefici connessi alla tecnologia della condensazione.
Un'ottima soluzione per evitare gli sprechi e alleggerire i consumi, è quella di installare una centralina di controllo dotata di una sonda esterna, che comunichi con la caldaia e ne regoli il funzionamento e la temperatura in base alla temperatura dell'ambiente esterno alla vostra casa.
Infine, sempre all'esterno della vostra abitazione, sul tetto o anche sul terrazzo se avete posto, potete far installare dei pannelli solari termici o anche delle pompe di calore da integrare alla vostra caldaia, in modo da sfruttare la tecnologia più efficiente ed economica nelle diverse stagioni, massimizzando il rendimento di tutto l'impianto e abbattendo i vostri consumi energetici.

Buone abitudini domestiche
Anche per quanto riguarda le vostre abitudini domestiche, vi basterà seguire qualche accortezza in più, per evitare gli sprechi e aumentare il rendimento del vostro impianto termico.
Cercate di non ostruire i termosifoni con mobili e altri oggetti e di non coprirli con le tende o con il bucato, che potrebbero rubarvi una certa quantità di calore.
Ricordatevi inoltre che è importante cambiare l'aria nelle varie stanze della vostra abitazione, ma senza esagerare, soprattutto in inverno, per non disperdere il prezioso calore accumulato tenendo la caldaia sempre a regime. Sono sufficienti dieci minuti di finestre aperte in ogni stanza, per rinnovare l'aria e poi tornare a godersi il piacevole tepore assicurato dal vostro impianto.
Nella stagione fredda, cercate di riscaldare gli ambienti che frequentate di più, o dove sostate per più ore, e di tenere spenti i riscaldamenti la notte, predisponendo un timer di accensione per la mattina seguente, in modo da svegliarvi con piacere nel calduccio del vostro appartamento.
Infine, affinché la caldaia possa funzionare alla perfezione, evitando sprechi e dispersioni di calore, ricordatevi di curare periodicamente la sua pulizia e la sua manutenzione. Rivolgendovi a delle ditte specializzate per la scelta e l'installazione della caldaia, potrete stipulare degli ottimi contratti anche per la sua manutenzione periodica, in modo da essere sicuri di poter contare su un impianto sempre efficiente e sicuro.