24 settembre 2020
Aggiornato 23:00
Auto novità

Forse l'attesa è finita, Volkswagen rifarà il mitico T1 «Bulli»

La decisione sembra essere presa in occasione del 65esimo anniversario del T1. La svolta al progetto l'ha data la piattaforma modulare MQB

BERLINO - Ogni volta che si parla del mitico Volkswagen Bulli, gli appassionati di mezzo mondo si chiedono perché sia uscito di produzione. Dopo essersi illusi con i concept presentati a Ginevra nel 2001 e 2011 sotto il nome di Micro-Bus, in tanti aspettano con ansia il momento che a Wolfsburg decidano finalmente di mettere in produzione l'atteso remake. Bhè, l'attesa potrebbe essere finita!

Proprio in questi giorni in Germania, infatti, si fanno sempre più numerose e insistenti le voci secondo cui la Volkswagen avrebbe deciso di fare il grande passo in occasione del 65esimo anniversario della nascita del T1. Nonostante il grande fascino da sempre suscitato dal mitico furgoncino sul pubblico, non è così scontato che la sua commercializzazione sia un successo. Un rischio troppo elevato in passato, ma oggi forse un rischio calcolato. Questo grazie alla piattaforma modulare MQB, la stessa della nuova Golf e di molti altri modelli della Casa, che abbassa, o abbasserebbe, sensibilmente i costi.

Non è da escludere poi, secondo fonti attendibili, che il nuovo Bulli sarà dotato di motore elettrico, probabilmente un'evoluzione di quello della e-Golf che sviluppa 85 kW, equivalenti a 115 cv, con una coppia massima di 270 Nm. Staremo a vedere.