11 dicembre 2019
Aggiornato 14:30
Ansaldi guarda a Est

Ansaldi: Investimenti in Polonia per 200 milioni di euro

Il gruppo si è aggiudicato due nuovi contratti stradali commissionati dalla Direzione Generale per le Strade e Autostrade Nazionali polacca, e le opere saranno finanziate anche con fondi UE. Si tratta di una conferma del piano strategico della società, che punta verso est in direzione della Polonia.

ROMA  - Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato due nuovi contratti stradali in Polonia, del valore complessivo di 200 milioni di euro.

I lavori interessano la progettazione e la realizzazione di 19 chilometri della strada a scorrimento veloce S-5 Poznan-Breslavia (Lotto 3, dal Km 137+500 al Nodo Widawa Breslavia), oltre che l'ampliamento e l'ammodernamento di 15 chilometri della S-8 Breslava-Varsavia-Bialystok, per la tratta compresa tra i raccordi di Wisniewo e Mezenin.

Le opere sono state commissionate dalla Direzione Generale per le Strade e Autostrade Nazionali polacca (GDDKiA) e saranno finanziate con il contributo dei Fondi UE.

I lavori saranno avviati nel secondo semestre 2014, con durata pari a 39 mesi per la S-5 e a 28 mesi per la S-8.

Questi contratti confermano l'importanza della Polonia nell'ambito delle strategie di sviluppo del Gruppo Astaldi, che è attualmente impegnato nel Paese con il progetto della Linea 2 della Metropolitana di Varsavia (10 chilometri di gallerie, 7 stazioni), dell'ampliamento e ammodernamento dell'Aeroporto Internazionale «Giovanni Paolo II» di Cracovia-Balice (8.000.000 passeggeri/anno) e del relativo collegamento ferroviario alla Stazione Centrale di Cracovia, oltre che con la realizzazione del termovalorizzatore di Bydgoszcz-Torun (180.000 ton/anno di rifiuti trattati, 100.000MWh/anno), e della linea ferroviaria Lódz Widzew-Lódz Fabryczna (1,5 chilometri di galleria) comprensiva della Stazione sotterranea di Lodz Fabryczna.