20 gennaio 2021
Aggiornato 01:00
9 - 10 marzo 2013 - Castello di Levizzano Rangone

A «To be Lambrusco» la storia della vite è formato «baby»

I bambini potranno intrattenersi con una serie di attività che li guideranno alla scoperta e all’affinamento dei 5 sensi. Ad attenderli darà un vero e proprio «Laboratorio Creativo» dove imparare ad imbottigliare il vino e a decorare le bottiglie. Domenica, alle ore 16.00, verrà spiegata loro la storia della vite e del nettare di Bacco ad opera della Bottega di Merlino

MODENA - A «To Be Lambrusco – Anteprima Vendemmia 2012» la storia del Lambrusco, delle sue viti e dell’uva diventano un gioco per i più piccoli. Durante l’evento in programma sabato 9 e domenica 10 marzo, dalle ore 10.00 alle 19.00, nello splendido Castello di Levizzano Rangone, i bambini potranno intrattenersi con una serie di attività che li guideranno alla scoperta e all’affinamento dei 5 sensi. Ad attenderli darà un vero e proprio «Laboratorio Creativo» dove imparare ad imbottigliare il vino e a decorare le bottiglie. Domenica, alle ore 16.00, verrà spiegata loro la storia della vite e del nettare di Bacco ad opera della Bottega di Merlino.

Nel frattempo i grandi potranno godersi il ricco banco d’assaggio che presenterà in assoluta anteprima la nuova annata del Lambrusco prodotto nelle diverse denominazioni, da Modena a Reggio Emilia fino a Mantova per arrivare a Parma. Le aziende che parteciperanno al banco d’assaggio sono quelle che si sono sempre distinte come ambasciatrici del Lambrusco di qualità e del proprio territorio d’appartenenza. Ma la kermesse, organizzata dal Simposio dei Lambruschi, offre anche molto altro: sabato e domenica, alle ore 16.00, riserverà anche uno show cooking dal titolo «Il Lambrusco cerca moglie», curato dai ristoratori di Modena A Tavola. In questa seconda edizione, sarà rinnovata anche la cena di gala, in programma la domenica sera alle ore 20.00, durante la quale Gianni D'Amato del ristorante Il Rigoletto di Reggiolo (RE), Marco Parizzi del ristorante Parizzi di Parma, Giovanna Guidetti del ristorante La Fefa di Finale Emilia (MO), Romano Tamani del ristorante L’Ambasciata di Quistello (Mantova) interpreteranno i territori di provenienza e delizieranno gli ospiti con piatti unici. L’evento propone inoltre due tavole rotonde su temi di stretta attualità come export e il rapporto con il web. Il primo dibattito, dal titolo «Il lambrusco alla conquista del mondo», è in programma alle ore 11.00 di sabato 9 marzo, il secondo invece si terrà domenica 10 marzo, alle ore 11.00, e avrà come tema «Il vino in rete...la rete del vino» blogger , social media, tv e carta stampata a confronto».

Il Simposio dei Lambruschi: è un’associazione nata dalla volontà di alcuni produttori di promuovere e valorizzare il Lambrusco. To Be Lambrusco è una delle iniziative più originali e con essa il Simposio si propone di creare un appuntamento annuale, durante il quale le Cantine partecipanti possano presentare la nuova produzione a giornalisti, opinion leaders, ristoratori e pubblico appassionato.

Per maggiori informazioni: www.simposiodeilambruschi.it