23 ottobre 2020
Aggiornato 07:00
ProWein | Padiglione 3 - stand F/G 70

Le bollicine superiori parlano tedesco

Dopo gli Usa e la Svizzera, il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore approda in Germania per il ProWein

DUSSELDORG - Nuovo appuntamento oltre confine per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, vino sempre più internazionale. Da domenica 4 a martedì 6 marzo il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore sarà presente al ProWein, la tradizionale fiera dedicata all’enologia che si terrà a Düsseldorf, in Germania. Appassionati del buon bere, esperti, operatori e giornalisti potranno scoprire le nuove annate al padiglione 3 stand F/G 70. Un appuntamento importante per le bollicine delle colline trevigiane: quello tedesco, infatti, è il primo mercato estero con un export che nel 2011 ha toccato il 34,3%.

La presenza delle aziende della Docg sarà numerosa: sono molti, infatti, i produttori che prenderanno parte alla manifestazione, presentandosi allo stand di Uvive e Treviso Glocal. I due spazi, volutamente collocati vicini per dare maggiore visibilità ed impatto alla presenza dei vini veneti, ospiteranno alcune degustazioni guidate dai più importanti giornalisti tedeschi ed in particolare presso lo stand di Uvive si terrà un momento enogastronomico con il coinvolgimento di uno chef tedesco.
La tappa del ProWein segue di poco gli altri appuntamenti internazionali che hanno visto protagonista il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. Questo vino è volato recentemente a New York per ritirare il premio come area vinicola dell’anno, consegnato dalla rivista Wine Enthusiast all’area storica del Prosecco, e poi a San Francisco per l’Italian Wine Masters, dove il Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore si è presentato assieme ai colleghi di Brunello di Montalcino, Chianti Classico e Vino Nobile di Montepulciano. Tra le mete europee, il 13 febbraio c’è stata quella di Zurigo dove si è svolta la manifestazione «I grandi vini del Veneto», evento organizzato da Uvive, Unione Vini del Veneto.