5 giugno 2020
Aggiornato 09:30
Fino a lunedì 30 gennaio alla fiera di Udine

Apre Agriest 2012 a Udine Fiere

I lavori si apriranno con l’intervento del Presidente di Udine e Gorizia Fiere De Marco alla presenza dell’Assessore regionale Violino che trarrà la conclusioni. A seguire, taglio del nastro e visita agli stand

UDINE - Quanti sono e quali sono i prodotti tradizionali friulani? E soprattutto: quanto sono conosciuti tra i friulani e i giuliani e in che parte la ricchezza enogastronomica nostrana entra nei menu della ristorazione locale?
Su questi punti si svilupperanno i lavori del convegno inaugurale «Qualità dell’agroalimentare tradizionale friulano ed economie di territorio» che, di fatto, darò il via domani (venerdì 27 gennaio) alle ore 9.30 in sala convegni, la 47^ edizione di Agriest.

Ad aprire l’incontro e a fare gli onori di casa sarà il Presidente di Udine e Gorizia Fiere Luisa De Marco e a seguire i saluti dei due main sponsor: la Federazione Banche di Credito Cooperativo del F.V.G. ,con il Presidente Giuseppe Graffi Brunoro, e Confcooperative F.V.G. con Flavio Sialino.
Gli interventi centrali, sui quali si articolerà poi la tavola rotonda, sono affidati a Sergio Simeoni, Direttore dell’IRTEF di Udine (Istituto per la ricerca sulle tecniche educative e formative) e a Francesco Marangon, professore ordinario di Economia ed estimo rurale dell’Università di Udine. Al centro delle relazioni saranno i dati e l’attività dell’Osservatorio agroalimentare regionale, sostenuto dalla Direzione centrale alle risorse rurali e dai privati, tra cui spicca l’adesione delle BCC.
La tavola rotonda, moderata dal giornalista Davide Paolini, collaboratore del Sole24Ore e noto come «il Gastronauta», evidenzierà quali sono «i valori dei sapori tradizionali» con i contributi e le esperienze del Presidente della Camera di Commercio di Udine e di Unioncamere F.V.G. Giovanni Da Pozzo, del consigliere designato Federazione BCC Luca Occhialini, del Segretario generale di Confcooperative Nicola Galluà e del Direttore centrale delle Risorse rurali Luca Bulfone.
Le conclusioni spetteranno all’Assessore regionale alle Risorse rurali, agroalimentari e forestali Claudio Violino.
Al termine dei lavori (ore 12.30 – ingresso sud) seguirà il taglio del nastro e la visita ai padiglioni dove fino a lunedì 30 gennaio esporranno 250 espositori nei settori della meccanica agraria, viticoltura ed enologia, zootecnia, mangimi e foraggi, produzione agroalimentare, sementi, vivaistica, fertilizzanti, edilizia rurale, recupero delle risorse ambientali e del territorio, biomasse legnose, agricoltura di montagna, risorse forestali.

Anche attraverso Agriest la Fiera si conferma il luogo e il contesto ideale per tradurre in concreto l’apertura delle istituzioni verso le imprese. Infatti, un vero e proprio front-office della Direzione centrale dell’agricoltura regionale sarà allestito dall’ERSA al padiglione 1 per presentare tutto ciò che è rurale nella nostra Regione. Il particolare allestimento della struttura è stato pensato proprio per far vedere al pubblico dove nascono e da dove provengono le nostre eccellenze ma, allo stesso tempo, l’idea è anche quella di far vedere come viene gestito il territorio rurale. Durante il fine settimana di Agriest, la Regione ospiterà non solo le principali organizzazioni che operano nel settore, tra cui le Doc, le Dop, le organizzazioni sindacali e di produttori, ma sarà anche illustrata la struttura gestionale attraverso la quale la Regione amministra il settore primario. In uno stand saranno infatti presenti anche diverse figure dell’istituzione che durante le giornate di Agriest saranno al servizio dei visitatori fornendo, per quanto possibile, informazioni ed indicazioni sulle attività intraprese o in programma da parte della macchina regionale.

Visitabile ogni giorno dalle ore 9.30 alle 18.30, Agriest è appuntamento molto atteso e seguito anche per le opportunità di aggiornamento e di dibattito offerte dai convegni in programma: 11 gli appuntamenti in agenda. Domani (venerdì 27) oltre al convegno inaugurale, sono programmati altri due importanti incontri di settore:

►Ore 14.30 / 18.30 - Sala Congressi
Federazione regionale degli Ordini dei Dottori Agronomi e dei Dottori Forestali del F.V.G.
«LA DIRETTIVA 2009/128/CE SULL’USO SOSTENIBILE DEI PRODOTTI FITOSANITARI: UN OSTACOLO PER IL SISTEMA PRDUTTIVO O UN’OPPORTUNITA’ ECONOMICA?»

►Ore 15.00 – Sala Convegni
Associazione Enologi Enotecnici Italiani – sezione Assoenologi F.V.G. in collaborazione con Tebaldi Srl
«LE RIDUZIONI DEI SOLFITI NEI VINI COME GRANDE OPPORTUNITA’ DI MERCATO»

Per maggiori Info, Promozioni e Programma Convegni: www.agriest.it

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal