3 aprile 2020
Aggiornato 21:00
Quarta edizione di Brianza Economica

Un secolo di storia per 32 imprese della Brianza

Anche la voglia di impresa ha contribuito a costruire l’unità d’Italia: solo tra gli imprenditori lombardi 1 su 5 è nato al di fuori della regione

MONZA - Anche la voglia di impresa ha contribuito a costruire l’unità d’Italia: solo tra gli imprenditori lombardi 1 su 5 è nato al di fuori della regione. Complessivamente si tratta di 76.328 imprese individuali con titolare nato soprattutto tra Sicilia, Calabria e Puglia. Al primo posto i titolari siciliani (13.710) che rappresentano il 18% del totale degli imprenditori «non lombardi di nascita», al secondo posto i calabresi (11.783, 15,4%) e al terzo posto i pugliesi (11.706, 15,3%). A Milano, a Varese e a Monza e Brianza la percentuale dei «non nativi» è più alta rispetto alla media lombarda, rappresentano infatti il 32,9%, il 27,3% e il 26,1% del totale dei titolari di impresa attivi in Lombardia.

E la Camera di commercio di Monza e Brianza questa sera celebra le 32 imprese con più di un secolo di storia, all’interno di Brianza Economica, il premio, giunto alla quarta edizione, con cui la Camera di commercio celebra le imprese e i lavoratori della Brianza: un omaggio a quell’operosità diffusa, che è da sempre un valore per il territorio, e alla «tenacia» di mantenere l’impresa anche nei periodi più difficili. In particolare saranno premiati 86 imprese con almeno venticinque anni di attività, 41 dipendenti con almeno venticinque anni di lavoro nella stessa impresa e saranno celebrate 32 imprese centenarie. «Siamo giunti alla quarta edizione di Brianza Economica, il premio che celebra la Brianza operosa e produttiva e riconosce il lavoro di imprese e dipendenti con 25 anni di attività e impegno per l’economia - ha dichiarato Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza - In questa occasione vogliamo premiare inoltre 32 imprese centenarie che hanno dato un contributo concreto all’Unità d’Italia, con la fatica e l’impegno di cui si fa carico chi apre un’azienda, chi inventa nuovi servizi, inseguendo non solo il proprio sogno personale e familiare, ma al tempo stesso creando valore aggiunto per la dimensione civica e sociale del Paese.»

Questa sera, dalle ore 20.30, presso il Parco di Carate Brianza, via Garibaldi 37, si premierà con la quarta edizione di Brianza Economica l’operosità e l’impegno quotidiano delle imprese e dei lavoratori della provincia di Monza e Brianza: 41 i dipendenti premiati con almeno venticinque anni di lavoro nella stessa impresa, 86 le imprese che hanno fatto la storia della Brianza con almeno venticinque anni di attività, oltre a 32 riconoscimenti speciali alle imprese che svolgono la loro attività da più di cent’anni. Alla serata parteciperanno Carlo Edoardo Valli Presidente della Camera di commercio di Monza e Brianza, Annibale Colombo Presidente della BCC di Carate Brianza, Dario Allevi Presidente della Provincia di Monza e Brianza, Renato Saccone Prefetto della Provincia di Monza e Brianza, Giacomo Vaciago ordinario di Politica Economica dell’Università Cattolica di Milano, Marco Pipino sindaco di Carate Brianza e i rappresentanti della Giunta e del Consiglio della Camera di commercio di Monza e Brianza.

I risultati per provincia - Nella provincia di Milano emergono sia lo spirito imprenditoriale pugliese (22,1%) che quello siciliano (17,9%). Anche in Brianza sono primi i siciliani (21,4%), seguiti a breve distanza dai calabresi (19,5%), come del resto nella provincia di Varese (rispettivamente 21,6% e 15,3%). A Sondrio, invece, solo il 4,4% degli imprenditori non è nato in Lombardia, tra questi spiccano ancora una volta gli imprenditori meridionali. Tra le altre province, a Pavia è forte la presenza degli imprenditori piemontesi (17,3%), mentre a Mantova dei veneti (30,1%) e degli emiliani (21,5%). Emerge da un’elaborazione dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza su dati Registro Imprese.

I primati di Monza e Brianza - Il territorio di Monza e Brianza vanta, oltre al parco cintato da mura più grande d’Europa e al circuito più veloce del mondo, il primato in Italia per il legno arredo con 6,1 imprese specializzate per kmq, di cui, in particolare, 4,4 imprese attive per kmq nell'industria della fabbricazione di mobili e 1,7 imprese attive per kmq nell’industria del legno. E a livello regionale Monza e Brianza si colloca al primo posto per densità demografica con 2.095,3 ab/kmq, per il totale di rifiuti urbani differenziati (68,5%) e per l'indice di apertura commerciale (120%).

I dati economici di Monza e Brianza - Nel 2011 a Monza e Brianza si sono iscritte 3.551 nuove imprese, in pratica quest’anno sono nate 22 nuove imprese al giorno. Strutturalmente la Brianza mantiene, nonostante la crisi, una certa solidità: a Monza e Brianza sono attive 64.216 imprese, il 7,7% di quelle lombarde. In un anno sono cresciute di +1,1%, più della media lombarda che è stata di +0,3%. Sono 16.604 le imprese attive nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio, seguono le costruzioni con 12.685 imprese attive. L’ultima variazione congiunturale disponibile (II trimestre 2011) della produzione industriale manifatturiera, raffrontata cioè al trimestre precedente, registra +1,8%, e la variazione tendenziale (confrontata vale a dire con il II trimestre del 2010) registra +7,2%. Positivi anche i dati sul fatturato: l’andamento della variazione congiunturale si attesta a +1,5%; mentre dal punto di vista tendenziale la variazione assume un evidente valore positivo (+8,7%). Segnali incoraggianti arrivano anche dagli ordini: sia quelli interni che esteri registrano andamenti positivi e la variazione tendenziale complessiva è di +1,8%. L’occupazione resta la variabile più critica: il saldo tra tasso di ingresso e tasso di uscita nel mondo del lavoro si attesta a +0,3%, dato che evidenzia in ogni caso l’assenza di dinamicità dell’occupazione e la situazione incerta del mercato del lavoro.

Il premio Brianza Economica - 2011 Tutti i premiati riceveranno una medaglia d’oro del conio camerale, raffigurante la chioccia con i pulcini, opera dell’oreficeria longobarda risalente al V e VI secolo, e un attestato personalizzato.

Le imprese centenarie - Sono 32 le imprese centenarie della provincia di Monza e Brianza che riceveranno un riconoscimento speciale in occasione del Premio «Brianza economica 2011». Provengono dai settori dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’agricoltura e hanno saputo distinguersi per tradizione e continuità nello svolgimento della propria attività nel corso degli anni. Per loro sono state realizzate delle cartoline personalizzate che ricordano l’anno di fondazione, la storia e l’attività economica di queste longeve imprese.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal