27 luglio 2021
Aggiornato 02:00
La crisi e i giovani

Meloni: in arrivo fondi per studio, prima casa e imprese

L'annuncio del Ministro della Gioventù al Meeting dei Giovani Imprenditori Cna: «Diverse ipotesi al vaglio per incentivi a giovani imprese»

TORINO - Un prestito d'onore per perfezionarsi negli studi, un fondo di garanzia per l'acquisto della prima casa e ancora agevolazioni per le giovani imprese. Sono queste le iniziative che Giorgia Meloni, ministro della Gioventù, sta studiando in favore dei giovani. Lo ha annunciato lei stessa al Meeting nazionale dei Giovani Imprenditori Cna, conclusosi oggi a Torino.
«Nelle prossime settimane lanceremo un prestito d'onore, così come vige in tante altre grandi democrazie occidentali» dedicato ai ragazzi che vengono da famiglie meno abbienti e che siano determinati a «portare a termine gli studi» ha detto a Torino Giorgia Meloni, nel corso di un dibattito con il presidente nazionale Cna Giovani Imprenditori, Andrea Di Benedetto, e con il presidente nazionale di Cna, Ivan Malavasi. I beneficiari restituiranno i soldi con i primi stipendi, secondo quanto spiegato dal ministro della Gioventù.
Si tratterebbe di investire «30-35 mila euro per consentire a ogni ragazzo di laurearsi e di fare un master», grazie ad «uno stanziamento importante, 18 milioni di euro circa» assicura Giorgia Meloni, che presenterà l'iniziativa nelle prossime settimane.

CASA - «Stessa cosa vogliamo fare anche sul tema della casa» annuncia Meloni, che aggiunge «oggi chi ha un contratto di lavoro a tempo determinato è considerato figlio di un dio minore, e non riesce ad accedere ad un mutuo». Ecco perché «stiamo costituendo con 25 milioni di euro un fondo di garanzia per l'accesso al mutuo per l'acquisto della prima casa. Sono tutte iniziative del ministero della Gioventù, che sta combattendo in conferenza stato-regioni ormai da due anni» ha assicurato il ministro Meloni.

IMPRESA - «Nel pacchetto di iniziative che noi vogliamo mettere in campo per affrontare la crisi economica soprattutto nel rapporto con le giovani generazioni c'è anche il tema della giovane impresa» ha aggiunto la Meloni. Tema su cui ci sono diverse ipotesi al vaglio, sostiene il ministro: » qui la questione è capire se sia prioritario il meccanismo di garanzia sul credito o se lo sia invece ragionare su una no tax area o su una tassazione agevolata per esempio al 10».