29 settembre 2022
Aggiornato 22:00
Internazionalizzazione

Dalla CCIAA di Ferrara ancora soldi per andare all’estero

Fino a 4.000 euro ad azienda per la realizzazione di analisi e ricerche di mercato e la definizione di accordi quadro di cooperazione

FERRARA - Prosegue senza sosta il sostegno, anche finanziario, della Camera di Commercio a favore delle imprese ferraresi che puntano allo sviluppo internazionale, con programmi di investimento all'estero: indagini e ricerche di mercato finalizzate all’analisi e alla valutazione delle potenzialità commerciali, con specifico riferimento ad una tipologia di prodotto o famiglia di prodotti; assistenza nell’individuazione di potenziali partner industriali finalizzata all’individuazione, al contatto ed alla definizione di accordi quadro di cooperazione internazionale. Sono questi alcuni dei temi promossi dal nuovo bando approvato mercoledì scorso dalla Giunta dell’Ente di Largo Castello: fino 4mila euro a disposizione di ciascun imprenditore per far conoscere i propri prodotti e servizi ai mercati esteri.

Saranno, in particolare, cofinanziate dalla Camera di Commercio le spese sostenute per le seguenti attività: analisi e ricerche di mercato; assistenza nell'individuazione di potenziali partner industriali; assistenza legale, contrattuale e fiscale; redazione di studi di fattibilità. «E' una iniziativa importante - commenta il Presidente della Camera di Commercio di Ferrara, Carlo Alberto Roncarati - che mette in campo ulteriori risorse per supportare le nostre imprese di piccola e media dimensione che investono per ampliare i propri mercati di riferimento in questo particolare momento di crisi. Proprio nell'ottica di sostenere maggiormente la competitività del territorio ferrarese - continua Roncarati - abbiamo pensato ad uno strumento complementare alle misure già attivate dalla Camera di Commercio per assicurare ulteriore additivo a quelle imprese che già hanno benzina nel proprio motore».

Anche quest’anno la Giunta dell’Ente di Largo Castello ha individuato un gruppo di Paesi ritenuti prioritari nelle strategie di internazionalizzazione del sistema economico ferrarese. Saranno quindi privilegiati, in particolare, i progetti mirati ad espandere il proprio giro di affari in Cina, Repubblica Ceca, Slovacchia, Brasile, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita, Turchia, USA, Canada, Svezia, Finlandia, Norvegia, India, Messico, Russia, Giappone, Marocco, Tunisia. Egitto, Svizzera e Montenegro. Saranno, inoltre, privilegiate le imprese femminili e le imprese che abbiano ottenuto, entro il 31 dicembre 2009, la certificazione SA 8000 (responsabilità sociale d’impresa) da parte di un organismo accreditato.

I bandi e i moduli per la presentazione delle domande sono scaricabili dal sito della Camera di Commercio di Ferrara www.fe.camcom.it