15 settembre 2019
Aggiornato 19:30
G8 DELL'AQUILA

G14, accordo per la ripresa globale

Chiusura Doha round entro 2010 e no a svalutazioni concorrenziali

L'AQUILA - Il G14 (paesi industrializzati più economie emergenti) ha approvato una dichiarazione comune sulla Agenda globale che affronta temi economici, il rilancio dei negoziati di Doha e le politiche per uno «sviluppo inclusivo e sostenibile».

I Paesi G8 e G5 più l'Egitto si sono impegnati a chiudere il Doha round sul commercio globale entro il 2010. Lo ha confermato il primo ministro Gordon Brown in un briefing con i giornalisti dopo la colazione di lavoro. I ministri dei Paesi dell'Organizzazione mondiale per il commercio (Wto), su mandato del G14, si riuniranno «relativamente presto» ha precisato Brown. «Non è ancora stata fissata una data» ha aggiunto, ma secondo indiscrezioni la riunione si potrebbe svolgere a ridosso del G20 di settembre a Pittsburgh.

Gli stessi Paesi e la Svezia, nelle vesti di presidente di turno dell'Ue, si impegnano ad «astenersi da svalutazioni concorrenziali delle nostre valute e promuoveremo un sistema monetario internazionale stabile e ben funzionante», come si legge nella dichiarazione comune.

Coopereremo nei nostri sforzi per sostenere la domanda interna e per realizzare una ripresa globale forte, bilanciata, inclusiva e sostenibile» affermano i paesi avanzati e le economie emergenti.

«Promuoveremo e lavoreremo insieme per assicurare un aggiustamento appropriato dei risparmi e degli investimenti, secondo le rispettive circostanze nazionali».