23 ottobre 2019
Aggiornato 11:30

Caldo, Coldiretti: si difendono con la frutta 3 italiani su 4

Frutta e verdura fresca di stagione aiutano a prevenire il rischio di colpi di calore

ROMA - Tre italiani su quattro si difendono dal grande caldo mangiando la frutta che ha fatto segnare un forte balzo in avanti nei consumi in questi giorni. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che frutta e verdura fresca di stagione aiutano a prevenire il rischio di colpi di calore che potrebbero creare problemi alla salute della popolazione più esposta, soprattutto anziani, assuntori di farmaci e bambini.

Anche per questo, in occasione dell’allerta della Protezione civile per il caldo, la Coldiretti ha promosso in molte città l’apertura dei mercati degli agricoltori di campagna amica dove è possibile acquistare ortofrutta anti afa al giusto prezzo, grazie alla grande varietà di offerta presente sul mercato, dalle mele ai kiwi, dalle fragole alle ciliegie, dai meloni alle angurie, la cui maturazione è stata favorita proprio dalle alte temperature.

Iniziative sono previste in molti grandi e piccoli centri come a Ferrara dove il mercato di Campagna Amica ha messo in vendita i prodotti freschi e trasformati di stagione, dalle fragole, alle prime ciliegie fino alle verdure. A Cremona al Foro Boario l’appuntamento è per la mattina di venerdì 22 maggio mentre a Salerno in piazza Gian Camillo Gloriosi domenica 24 maggio 2009, dalle ore 8,30 si terrà l'Agrimercato di Coldiretti con ortofrutta appena raccolta, olio, formaggi, piante e fiori direttamente dal produttore al consumatore. Non mancano le iniziative innovative come quella del giovane agricoltore della Coldiretti Paolo Marostegan, vincitore del premio Oscar Green, che per far fronte all'allerta per l'ondata di calore dalla sua azienda agricola biologica «Al Confin» a Camisano (Vicenza) ha subito attivato un sistema per la consegna a domicilio di frutta e verdura.

Per affrontare il caldo è consigliata - sottolinea la Coldiretti - un' alimentazione con acqua e cibi rinfrescanti come frutta e verdura di stagione, ricche di potassio, calcio e ferro, indispensabili per rinvigorire l'organismo e reintegrare acqua e sali minerali persi con l'eccessiva sudorazione. Ma anche la scelta di abiti leggeri chiari di cotone o in altre fibre naturali, docce tiepide, luoghi ombreggiati, trucco leggero e profumi con essenze naturali, ma soprattutto.

Con l'arrivo del grande caldo - sottolinea la Coldiretti - è fermamente sconsigliato bere bibite ghiacciate poichè l'improvviso raffreddamento indotto dal liquido molto freddo può ridurre considerevolmente la funzionalità dell'apparato digerente determinando fenomeni di congestione. Sono da privilegiare frutta e verdura crude soprattutto perché con la cottura perdono acqua, sali minerali e vitamine. Meglio allora - conclude la Coldiretti - sostituire le bibite gassate con frullati, centrifugati, macedonie, succhi e gelati. Ottimi «passe-partout» per sconfiggere l'afa e assicurarsi un pieno di salute sono, per esempio, il succo di pomodoro, l'insalata di lattuga o indivia, un centrifugato di carote o una spremuta di limoni.

Il 2009 fa segnare una inversione di tendenza con gli acquisti familiari di frutta in quantità che sono aumentati in media del 4,4 per cento con punte di addirittura il 27 per cento per i kiwi, sulla base di una analisi della Coldiretti dei dati Ismea - Ac Nielsen relativi al primo trimestre dell'anno. Si tratta di un dato particolarmente significativo dopo che il crollo del 20 per cento nei consumi familiari di frutta e verdura, avvenuto negli ultimi cinque anni, sembrava segnare inesorabilmente una tendenza all'abbandono dei principi della dieta mediterranea soprattutto nelle giovani generazioni, che mette rischio - conclude la Coldiretti - la «forma» e la salute degli italiani.