17 giugno 2024
Aggiornato 08:00
Trasporto ferroviario

Ferrovie, Burlando: «La giunta vuole continuare ad investire»

Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando questa mattina nel corso della presentazione del secondo treno Vivalto regionale dopo quello immesso in servizio il 21 settembre 2007

«Sono dieci i treni finanziati dalla Regione Liguria dal 1999 ad oggi su 40 treni a disposizione dei pendolari liguri, se continuiamo in questo modo potremo pensare di avere una nuovo flotta di treni regionali». Lo ha detto il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando questa mattina nel corso della presentazione del secondo treno Vivalto regionale dopo quello immesso in servizio il 21 settembre 2007.

«Quattro sono i treni Taf (treno ad alta frequentazione) finanziati dalla Giunta Mori - ha detto Burlando -1 Taf è stato finanziato dalla Giunta Biasotti, 4 treni Vivalto dalla Giunta Biasotti e 1 treno Vivalto dalla mia Giunta a questi si devono aggiungere poi 2 locomotori 464 Bombardier, finanziati dall'attuale Giunta che andranno a guidare i due treni Vivalto che diventano così interamente regionali e saranno impiegati nella nostra regione». Il finanziamenti dei treni regionali Vivalto risulta al 25% per i 4 Vivalto, risalenti a stanziamenti della Giunta Biasotti, e al 75% per il 5 treno Vivalto, finanziato dall'attuale Giunta.

Il presidente Burlando si è detto inoltre «dispiaciuto che il Governo non abbia utilizzato i fondi Fas nazionali per un piano di rinnovo del materiale rotabile». «Se dovesse comunque ritornare su questa idea - ha continuato Burlando - noi, come Regione Liguria, saremmo pronti ad intervenire con cofinanziamenti regionali». Il presidente della Regione si è poi soffermato sulla locomotiva dei treni Vivalto «realizzata dalla Bombardier di Vado Ligure il cui prodotto risulta moto soddisfacente anche per le stesse Ferrovie come mi è stato ribadito anche dall'ad Mauro Moretti nel corso dell'incontro di ieri. Moretti ha inoltre manifestato l'intenzione di acquistarne di nuovi».