31 luglio 2021
Aggiornato 04:00
Polemiche sulla carta acquisti

Social card: il Codacons presenta esposto al Tribunale dei Ministri

«Cittadini senza ricarica danneggiati, non si esclude class action»

Il Codacons sta ricevendo da giorni numerose segnalazioni di cittadini che, pur avendo diritto alla social card varata dal Governo, non hanno ottenuto l’accredito del denaro loro spettante.

La mancata ricarica della social card – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi - di fatto determina un danno per i cittadini, poiché lede la loro dignità personale. Il mancato versamento dei soldi, infatti, rappresenta un male ingiusto inflitto al cittadino, che si aspetta di beneficiare della somma promessa come sostegno per la spesa alimentare, acquisto di prodotti per la casa, ecc.

Si registrano inoltre enormi difficoltà nell’accesso a tale carta, per il cui ottenimento occorre seguire un iter troppo complicato per gli utenti.
Per tali ragioni il Codacons ha deciso di presentare un esposto all’Antitrust (per valutare i profili di pubblicità ingannevole) e al Tribunale dei Ministri, in cui si chiede di intervenire valutando le ipotesi che si riterranno idonee, compresa quella di truffa.

L’associazione mette il blog del Presidente www.carlorienzi.it a disposizione di quanti vogliano segnalare problemi con la carta, al fine di valutare azioni di risarcimento e una possibile class action.