1 agosto 2021
Aggiornato 15:30
Come sono belli gli alberi di Natale veri

I consigli per i 6,5 milioni di alberi acquistati

E’ quanto stima la Coldiretti che ha stilato un vademecum per l’acquisto, la preparazione e la conservazione dell’albero

Saranno circa 6,5 milioni gli alberi di Natale veri acquistati dagli italiani soprattutto nel ponte dell’Immacolata che è il giorno in cui tradizionalmente avviene l’addobbo natalizio. E’ quanto stima la Coldiretti che ha stilato un vademecum per l’acquisto, la preparazione e la conservazione dell’albero. La spesa degli italiani ammonterà a circa 140milioni di euro per prezzi di vendita, rimasti sostanzialmente stabili, che vanno dai quindici euro fino addirittura a piu' di 500 a seconda delle dimensioni, della varietà e del vaso in cui è riposto l'albero.

E' meglio preventivare l'acquisto con qualche giorno di anticipo per dare modo all'albero di adattarsi al nuovo ambiente e distendere bene i rami, mentre in vivaio - consiglia la Coldiretti - occorre scegliere alberi italiani, che non sono stati trasportati per lunghe distanze con mezzi inquinanti, di altezza giusta per la casa senza andare alla ricerca della pianta perfetta perché ogni esemplare tende ad avere un lato meno ricco di rami nella parte cresciuta verso nord ed è bene ricordarsi che poiché le piante tendono a perdere gli aghi nella parte interna dei rami vanno scossi per far cadere quelli secchi per non sporcare la casa.

In casa l’albero vero va sistemato - continua la Coldiretti - in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore, come stufe e termosifoni e al riparo da correnti d'aria, come porte e finestre al riparo da eventuali forti folate di vento. Vanno inoltre evitati gli addobbi pesanti per non spezzare i rami ed è bene non spruzzare neve sintetica e spray colorati perché l'albero e vivo e respira La terra nel vaso va mantenuta umida ma non eccessivamente bagnata, anche con l'utilizzo di un nebulizzatore, che potrebbe essere applicato anche ai rami n assenza di fili elettrici.

Al contrario di quanto a volte si crede l'albero naturale svolge una positiva azione a difesa dell'ambiente poichè durante l'accrescimento assorbe l'anidride carbonica responsabile dei cambiamenti climatici, oltre a provenire essenzialmente da coltivazioni dedicate spesso situate in zone collinari o montane altrimenti destinate all'abbandono e al conseguente degrado idrogeologico. Aree fragili dal punto di vista ambientale dove - precisa la Coldiretti - mantenere il terreno lavorato significa garantire la capacità di assorbire la pioggia in profondità prima di respingerla verso valle evitando i pericoli delle frane, mentre la pulizia dai rovi e dalle sterpaglie, diminuisce il pericolo d'incendi. A differenza gli alberi di plastica che provengono spesso dalla Cina - conclude la Coldiretti - non solo consumano petrolio e liberano gas ad effetto serra per la loro realizzazione ed il trasporto ma impiegano oltre 200 anni prima di degradarsi nell'ambiente.

I CONSIGLI PER GLI ACQUISTI DELLA COLDIRETTI

Prima di comprare l'albero
• Preventivare l'acquisto con qualche giorno di anticipo per dare modo all'albero di adattarsi al nuovo ambiente e distendere bene i rami, precedentemente imprigionati dalla rete per il trasporto.
• Misurare accuratamente l'altezza del soffitto di casa, per non trovarsi con un albero troppo alto perché all'aperto gli alberi sembrano molto più piccoli che all'interno.

Al vivaio
• Non andare alla ricerca di un albero perfetto perché ogni esemplare tende ad avere un lato meno ricco di rami nella parte cresciuta verso nord e poi ricordarsi che si tratta di un albero vivo la cui naturale asimmetria è sicuramente compensata dall'autenticità dello stesso.
• Tutte le conifere - sottolinea la Coldiretti - tendono a perdere gli aghi nella parte interna dei rami ma ciò non significa che l'albero sia vecchio e in ogni caso, per evitare di sporcare macchine e case, chiedere al vivaista di scuotere l'albero per far cadere gli aghi secchi.

Una volta a casa
• Sistemare l'albero in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore, come stufe e termosifoni e al riparo da correnti d'aria, come porte e finestre al riparo da eventuali forti folate di vento.
• Evitare addobbi pesanti per non spezzare i rami.
• Non spruzzare neve sintetica e spray colorati perché l'albero e vivo e respira
• Mantenere la terra umida ma - consiglia la Coldiretti - non eccessivamente bagnata, anche con l'utilizzo di un nebulizzatore, che potrebbe essere applicato anche ai rami n assenza di fili elettrici.

Terminato il periodo natalizi
• Se l'albero acquistato ha le radici può essere posizionato all'esterno sul balcone o piantato in giardino, ricordando che è una pianta che può crescere anche fino a 15- 20 metri .