21 giugno 2024
Aggiornato 10:00
Dl anti crisi, risorse a ferrovie

«Una buona notizia per i pendolari ma i fondi stanziati coprono solo il servizio esistente»

Edoardo Zanchini, responsabile trasporti di Legambiente, commenta così la notizia delle risorse per i servizi ferroviari di trasporto pubblico contenute nel decreto legge

«Lo stanziamento per i treni pendolari previsto dal decreto anti-crisi è una buona notizia; la continuità del servizio è garantita. Purtroppo niente di più, perché i 480 milioni all’anno annunciati bastano a malapena a coprire il mantenimento dei treni già esistenti». Edoardo Zanchini, responsabile trasporti di Legambiente, commenta così la notizia delle risorse per i servizi ferroviari di trasporto pubblico contenute nel decreto legge contro la crisi varato oggi dal consiglio dei ministri.

«Si utilizzi, allora, – aggiunge Zanchini – parte dei 16,6 miliardi per le infrastrutture, che il Cipe dovrebbe assegnare la settimana prossima, per acquistare treni per i pendolari e avviare finalmente il progetto dei mille nuovi treni locali, ripetutamente promessi e mai arrivati».