19 maggio 2024
Aggiornato 14:00
Negozi di vicinato e social card

I dettaglianti alimentari aderiscono alla Social Card

Le 60mila imprese associate a Fida-Confcommercio, tra negozi di vicinato, piccola e media distribuzione, aderiscono all’iniziativa della carta acquisti per le categorie sociali più disagiate

Le 60mila imprese associate a Fida-Confcommercio, tra negozi di vicinato, piccola e media distribuzione, aderiscono all’iniziativa della carta acquisti per le categorie sociali più disagiate.

«Questa iniziativa – ha commentato il presidente dell’Associazione, Dino Abbascià – si inserisce nella politica di contenimento dei costi che tutto il settore della distribuzione già da tempo sta attuando per andare incontro ai consumatori e a questo si aggiungono le offerte e le promozioni che, nel nostro settore, riguardano almeno il 20-25% dei prodotti in vendita.

Un impegno importante per le nostre imprese, nonostante i costi di gestione legati all’adeguamento dei Pos e dei sistemi informativi dei punti vendita, che presenta anche dei risvolti sociali, in considerazione della capillarità del servizio offerto dai piccoli esercizi al dettaglio alimentare presenti anche nei comuni più piccoli».