29 marzo 2020
Aggiornato 20:30
Emergenza cibo

Ue preoccupata per situazione umanitaria «critica» dello Zimbabwe

Secondo l'agenzia dell'Onu, sono oltre 5 milioni i civili che avranno bisogno di assistenza alimentare da qui all'inizio del 2009

La Commissione europea esprime preoccupazione per la situazione umanitaria nello Zimbabwe e auspica una «risoluzione» dei negoziati sul governo di unità nazionale. La situazione umanitaria nello Zimbabwe rimane critica e siamo molto preoccupati», ha detto John Clansy, portavoce del Commissario allo Sviluppo e agli Aiuti umanitari Louis Michel, rispondendo a una domanda sui dati diffusi dal Programma alimentare mondiale (Pam).

Secondo l'agenzia dell'Onu, sono oltre 5 milioni i civili che avranno bisogno di assistenza alimentare da qui all'inizio del 2009. Clansy ha quindi espresso l'auspicio che si giunga a «una risoluzione della situazione governativa». Oggi, il leader dell'opposizione Morgan Tsvangirai ha denunciato il «congelamento» dei negoziati sul governo con il Presidente Robert Mugabe, sollecitando l'intervento dell'ex Presidente sudafricano Thabo Mbeki, mediatore per conto della Comunità per lo Sviluppo dell'Africa Australe (Sadc).

In base all'accordo firmato il 15 settembre scorso da Mugabe e dai principali partiti di opposizione, a Tsvangirai andrà la carica di vicepremier, mentre il leader della fazione dissidente del Movimento per il cambiamento democratico (Mdc), Arthur Mutambara sarà vicepremier. Il partito del Presidente, lo Zanu-Pf, avrà 15 Ministri, contro i 13 dell'Mdc di Tsvangirai e i tre dell'Mdc-Mutambara.

Fonte: Apcom

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal