21 ottobre 2021
Aggiornato 22:30
Migliorare produzione e la commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura

Apicoltura. Approvato un bando per la presentazione delle domande di contributo

I beneficiari di tale apertura di termini, si differenziano a seconda dell’intervento proposto e ricomprendono le forme associate di apicoltori, aventi sede nel territorio regionale, nonché gli Enti pubblici

La Giunta Regionale, su proposta del Vicepresidente e Assessore alle Politiche all’agricoltura, Franco Manzato, ha approvato l’apertura dei termini per la presentazione delle domande per il finanziamento delle azioni intese a migliorare, in base al regolamento Comunitario, la produzione e la commercializzazione dei prodotti dell’apicoltura.

I beneficiari di tale apertura di termini, si differenziano a seconda dell’intervento proposto e ricomprendono le forme associate di apicoltori, aventi sede nel territorio regionale, nonché gli Enti pubblici. Il provvedimento , che si rivolge esclusivamente a forme associate di apicoltori aventi sede nel territorio regionale, nonché gli Enti pubblici, prevede che le domande di contributo siano presentate ad AVEPA entro i 45 giorni successiva alla pubblicazione sul Bollettino Ufficiale del bando. Il cofinanziamento potrà essere richiesto per una o più delle seguenti azioni specifiche per il settore dell’apicoltura regionale: corsi di aggiornamento rivolti agli apicoltori, seminari e convegni tematici, azioni di comunicazione, assistenza tecnica alle aziende; acquisto di arnie; mappatura aree nettarifere; analisi chimico-fisiche; acquisto di api regine e sciami.

«Le attività legate all’apicoltura - precisa l’Assessore Manzato - svolgono un ruolo rilevante per la salvaguardia ambientale, influenzando direttamente le produzioni frutticole legate alla funzione «pronuba» svolta dalle api, rivestendo, nel contempo, un’importanza economica per il valore intrinseco della produzione del miele e degli altri prodotti dell’alveare». Il patrimonio apistico nel Veneto ha una notevole importanza, contando una presenza di 57 mila alveari e posizionando la nostra Regione all’ottavo posto tra le Regioni italiane vocate per tale attività. Già nel febbraio 2007 la Giunta Regionale del Veneto, a seguito della concertazione con Associazioni degli apicoltori, l’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie e il Centro regionale per l’Apicoltura, aveva approvato il Programma triennale regionale per l’apicoltura da inserire nell’apposito Programma nazionale. Quest’ultimo è stato approvato dalla Commissione Europea nell’agosto 2005 e pertanto è ora possibile utilizzare le risorse, pari a 211.100,71 euro, assegnate alla nostra Regione per il periodo 2008 – 2009