21 ottobre 2021
Aggiornato 23:00
Un “week-end al mare” con ombrellone, lettino e spuntino a pranzo tutto compreso

Turismo, Lardinelli: «In arrivo le spiagge con gli sconti»

Offerte-spot proposte dagli imprenditori turistici della Fiba, la Federazione degli stabilimenti balneari di Confesercenti

Un «week-end al mare» con ombrellone, lettino e spuntino a pranzo tutto compreso. Oppure tintarella ed uso di internet sulla spiaggia all inclusive. Sono due delle tante offerte-spot proposte dagli imprenditori turistici della Fiba, la Federazione degli stabilimenti balneari di Confesercenti, alle famiglie italiane che devono fare i conti con bilanci più risicati ma non vogliono rinunciare a qualche giorno in spiaggia.

Con le difficoltà economiche sta crescendo molto il fenomeno del pendolarismo casa-mare (una nostra stima lo vede in aumento di almeno un 10%) e si moltiplicano di pari passo le offerte degli stabilimenti balneari per alleviare i limiti di bilancio di tante famiglie che non possono permettersi vere e proprie vacanze.
Ed allora ecco le «spiagge con gli sconti» che si aggirano in media fra il 10% e il 15% su tariffe già ferme alle quotazioni degli anni scorsi. Nascono formule che prevedono un pacchetto tutto compreso - ombrellone, lettino e che include una pietanza o un panino con bibita - per brevi periodi come quello che va da lunedì a giovedì o durante il week end (una iniziativa presente sul versante ionico della Sicilia).

Ma ci sono anche i pacchetti all inclusive nei quali le famiglie trovano accanto ai tradizionali servizi di spiaggia anche accessi alle piscine degli stabilimenti balneari, ai giochi con animazione per bambini, alle strutture sportive. Spuntano anche novità indirizzate soprattutto al pubblico giovanile.
Ed allora con un solo prezzo del biglietto accanto alla sdraio c’è anche la postazione internet (un’iniziativa presente ad esempio su alcuni tratti di spiaggia delle Marche).
Si estende l’offerta di passatempi di gruppo. Il più nuovo è quello di collegare cielo e mare con l’aiuto di un astrofisico che in spiaggia (avviene a Cesenatico) racconta le meraviglie del cielo e i misteri delle maree. Ed ancora: assieme al costo dell’ombrellone e del lettino si aggiunge la possibilità di fare con un istruttore acqua-gym gratis o di partecipare a sfilate di moda in spiaggia ovviamente in tema con l’ambiente marino (costumi, pareo, accessori).

Servizi che vanno incontro alle tendenze di un movimento vacanziero che cerca soprattutto la tranquillità (secondo un sondaggio Confesercenti il 55% di coloro che fanno anche un breve periodo di ferie mette in cima ai suoi desideri il riposo) e nuovi servizi a prezzi contenuti: non a caso dal sondaggio sull’estate emerge che i vacanzieri chiedono soprattutto l’uso della piscina (18%), internet ( 16%) e l’animazione (11%).
«Resta insoluto – secondo Vincenzo Lardinelli, Presidente della Fiba, – il grande problema della concentrazione delle vacanze che l’aumento del pendolarismo acuisce.
Quest’anno il 41% di italiani ha scelto di staccare dal lavoro a luglio ed il 57% ad agosto. In due soli mesi si concentra gran parte del movimento vacanziero. Un dato che fa balzare in questi due mesi l’Italia al primo posto della graduatoria mondiale ma che poi la fa precipitare al sesto nell’insieme dell’anno. Serve dunque un piano urgente di incentivi, iniziative promozionali, scaglionamento diverso dei periodi di scuola e di ferie che favorisca l’estensione della stagionalità. Una sfida internazionale di cui deve farsi carico in prima persona il Governo, con la collaborazione di enti locali, associazioni ed imprenditori del settore».