21 gennaio 2022
Aggiornato 11:30
​​VENZONE

Rinnovato il drappo della Bandiera di Guerra dll'8° Reggimento Alpini

La cerimonia si è svolta in occasione della festa di Corpo, giovedì 24 maggio nella caserma Feruglio alla presenza del comandante delle Truppe Alpine, generale di Corpo d’Armata Claudio Berto

​​VENZONE – Cambio del drappo della gloriosa Bandiera di Guerra dell’8° Reggimento Alpini. La cerimonia si è svolta in occasione della festa di Corpo, giovedì 24 maggio nella caserma Feruglio di Venzone alla presenza del comandante delle Truppe Alpine, generale di Corpo d’Armata Claudio Berto e del comandante del Distaccamento alla sede nazionale della Brigata Alpina Julia’, colonnello Andrea Piovera. Nutrita la partecipazione di tanti ex appartenenti al Reggimento, di varie scolaresche e di molti amici dell’Ottavo. Il vecchio drappo fu assegnato all’8° nel 1946, al termine della Seconda Guerra Mondiale e dopo la fine della monarchia. Pertanto è il primo vessillo Repubblicano assegnato al Reggimento.

PASSAGGIO DAL VECCHIO AL NUOVO DRAPPO - Alla presenza dei gonfaloni delle città di Venzone, Cividale del Friuli, Tolmezzo, Tarvisio, Gemona del Friuli, Arzignano e Cittadella, tutte gemellate con il Reggimento, dei vessilli e gagliardetti dell’Ana e delle associazioni combattentistiche e d'Arma e di molte autorità civili e militari, il colonnello Giuseppe Carfagna, 55° Comandante dell’8° Reggimento Alpini, con a fianco il sottufficiale di Corpo del Reggimento, 1° luogotenente Renato Ciabrelli, e la signora Daniela Mura moglie del Caporal Maggiore Capo Luca Sanna, caduto in Afghanistan il 18 gennaio 2011, ha provveduto a togliere la freccia e le decorazioni alla vecchia Bandiera applicandole alla nuova. La benedizione della nuova Bandiera è stata effettuata da monsignor Angelo Bazzari, già presidente della Fondazione intitolata al Beato Don Carlo Gnocchi, con la quale il Reggimento è gemellato.
In questi 72 anni il vecchio Drappo, divenuto oramai logoro e che sarà religiosamente custodito nel Comando del Reggimento, ha visto gli Alpini dell’Ottavo prestare il loro fedele e infaticabile servizio alla Patria in Italia ed all'estero, seguendo il Reggimento nelle recenti missioni in Bosnia (Sarajevo) e Afghanistan (Herat, Bala Mourghab, Farah, Herat). Durate la cerimonia, il generale di Corpo d’Armata Claudio Berto ha altresì conferito al maggiore Carmelo Pezzino, ufficiale in servizio all’8° Reggimento Alpini, la croce di Bronzo al merito dell’Esercito.

LE ONOREFICIENZE DELLA BANDIERA DELL’8° – La Bandiera di Guerra dell’8° Reggimento Alpini è tra le più decorate dell’Esercito Italiano ed è custode di: Ordine Militare d’Italia (1915 - 1918);  Medaglia d’Oro al Valor Militare (Fronte Greco 1940 - 1941);  Medaglia d’Oro al Valor Militare (Fronte Russo 1942 - 1943); Medaglia d’Argento al Valor Militare (Carnia 1915);  Medaglia d’Argento al Valor Militare (Assaba - Libia 1913);  Medaglia d’Argento al Valor Militare (Ettangi - Libia 1913);  Medaglia d’Argento al Valor Militare (Pal Piccolo, Pal Grande e Freikofel 1915);  Medaglia d’Argento al Valor dell’Esercito (Venzone sisma 1976);  Medaglia d’Argento al Valor dell’Esercito (Moggio Udinese sisma 1976 -12^ Cp.);  Medaglia d’Argento al Valor dell’Esercito (Afghanistan 9 ottobre 2008 - 2 aprile 2009); Medaglia di Bronzo al Valor dell’Esercito (Alto e medio Friuli sisma 1976);  Croce d’Argento al Merito dell’Esercito (Mozambico 1994).