23 luglio 2024
Aggiornato 10:30
Sabato 9 e domenica 10 settembre

‘Nel giardino del Doge Manin’: torna l’edizione autunnale

Questa edizione sarà allestita nella piazza tonda, tra le due esedre, poiché il fortunale del 10 agosto scorso ha gravemente danneggiato, rendendolo inagibile, il secolare parco monumentale che ha ospitato le precedenti edizioni

CODROIPO - Torna a Villa Manin, in versione autunnale, ‘Nel giardino del doge Manin’, l’apprezzata manifestazione dedicata al florovivaismo qualificato, all’arredo e all’oggettistica da giardino. Sabato 9 e domenica 10 settembre questo ‘luogo delle meraviglie’ – come veniva definita Villa Manin – accoglierà la 7° edizione dell’evento, organizzato dall'Ente regionale per il patrimonio culturale della Regione Fvg - Erpac e dalla cooperativa sociale Agricola Monte San Pantaleone, con il patrocinio della Città di Codroipo e la sponsorizzazione della Banca Bcc di Staranzano e Villesse. Questa edizione sarà allestita nella piazza tonda, tra le due esedre, poiché il fortunale del 10 agosto scorso ha gravemente danneggiato, rendendolo inagibile, il secolare parco monumentale che ha ospitato le precedenti edizioni.

Il florovivaismo più qualificato
La maestosa cornice del Giardino dell’ultimo Doge, una delle famiglie più importanti e ricche della Repubblica di San Marco, ospiterà il florovivaismo più qualificato con 103 espositori, provenienti dal territorio nazionale e da oltre frontiera, anche quest’anno selezionati con attenzione da Lili Soldatich, curatrice dell’iniziativa Horti Tergestini di Trieste. Un viaggio esperienziale tra rose, agrumi, clematidi, bulbose, collezioni di salvie, piante tropicali, aromatiche e medicinali, acquatiche, da frutto antiche e locali, succulente, da ombra, atelier di oggettistica all’insegna del recupero di sostanze e metodi naturali, laboratori didattici per i più piccoli e dimostrazioni pratiche per offrire segreti e trucchi a chi si vuole cimentare con potature, travasi, innesti e tecniche orientali.

Protagonista il ciclamino
Il fiore protagonista dell’edizione autunnale è il ciclamino, da sempre circondato da miti e leggende (Plinio il Vecchio lo paragona all’ombelico del mondo), di cui parleranno sabato mattina Jo¸e Bavcon, Direttore dell’Orto botanico di Lubiana, e la ricercatrice Blanka Ravnjak. Domenica, in un’altra conversazione, due guru delle rose, Vladimir Vremec e Romeo Comunello, tratteranno il tema delle Rose ritrovate. Sempre domenica da non perdere la presentazione del libro Il Parruccaio di Maria Antonietta, alla presenza dell’autore Alberto Frappa Raunceroy, e la rievocazione storica della visita della regina Maria Amalia di Sassonia alla famiglia Manin nel 1738. Sabato tre passeggiate a tema, con guide esperte, faranno conoscere più da vicino la natura che circonda la Villa: in bicicletta, a piedi con le torce in testa dopo il tramonto, o con le orecchie ‘attente’, in ascolto di sentieri, alberi e insetti, uccelli e canti. Incontri specialistici, workshop, passeggiate nel parco, renderanno ancora più piacevole il weekend nel Giardino del doge. Attivo uno stand gestito dalla Pro Loco Pozzo dove degustare i prodotti tipici del territorio.