Cinema

«Moglie e marito», Favino nel corpo di Kasia, per capire le donne

Uno scambio di ruoli. Lui nei panni di lei, lei nei panni di lui. Cosa succederà?

ITALIA - Uno scambio di ruoli, inaspettato, fortuito, che stravolge la vita di una coppia. E' l'idea da cui parte «Moglie e marito", commedia dell'esordiente Simone Godano interpretato da Pierfrancesco Favino e Kasia Smutniak. Lui è un neurochirurgo che fa esperimenti scientifici e lei una conduttrice televisiva: un esperimento sbagliato fa entrare lui nel corpo di lei e viceversa: «Improvvisamente diventi la tua compagna: è un casino. Il giorno dopo devi andare a lavorare, hai delle cose importantissime da fare: è un dramma totale. Hai pianto come una pazza... Ho pianto come mai nella mia vita, ho urlato, mi sono strappata i capelli».

Tra moglie e marito, meglio non metter...
Una commedia sul doppio, che mostra come, in una coppia in crisi, capire profondamente l'altro possa essere terapeutico: «Io se esistesse la possibilità, con la garanzia di tornare indietro, farei questa esperienza. Vorrei vivere per due giorni nella vita della mia compagna, e sono convinto che alla fine, uscendo da questa cosa, non solo la conoscerei meglio, ma la rispetterei più di quanto già non penso di fare. E penso questa sia una bellissima cosa: è una bellissima cosa da raccontare nel momento in cui si parla di parità di coppia, di essere tutti allo stesso livello, di maschile e femminile, della crisi del maschio, della crisi della donna. Nel suo essere così soave e delicato questo film parla anche di questo».