7 dicembre 2019
Aggiornato 07:00

Il rock politico dei Litfiba infiamma il pubblico di Milano

Tutto esaurito al Mediolanum Forum per «Eutòpia tour». Oltre due ore di musica ed energia tra nuovi brani e grandi successi del passato.

MILANO - Oltre due ore di musica ed energia, davanti ai dodicimila fan in festa del Mediolanum Forum di Assago. Tra nuovi brani e grandi successi del passato i Litfiba hanno travolto il pubblico per la tappa milanese dell'«Utòpia tour».
Gran sacerdote di questo rito laico Piero Pelù che con Ghigo Renzulli ha commentato a caldo la serata.

La cattedrale pagana del rock.
«Stasera ho battezzato questa come la cattedrale pagana del rock, e l'abbiamo sverginata anche dal punto di vista liturgico e abbiamo creato un rituale che oltre a essere divertente può scatenare tanti significati secondari. Ci piace avere un rapporto critico ironico verso tutte le liturgie da cui siamo circondati: non solo quelli della chiesa, ma anche dell'Islam, delle politica e delle banche, siamo bombardati dalle liturgie e noi bombardiamo a modo nostro».

Il singolo "Maria Coraggio".
Ad aprire il concerto il video di «Maria coraggio", il nuovo singolo estratto dall'ultimo album dei Litfiba dedicato a Lea Garofalo, testimone di giustizia vittima della 'ndrangheta, e a sua figlia Denise.
«In questo video le due protagoniste che sono la madre e la figlia e rappresentano simbolicamente Lea e Denise Garofalo si ribellano ad una violenza subita ballando. Questa danza scatena delle forze soprannaturali che fanno scappare e distruggono l'energia negativa di chi le aggredisce. Ci sembrava giusto fare un video conto la violenza sulle donne e contro la violenza in generale e che si oppone a poteri distorti come ad esempio quello delle mafie in Italia».

Eutopia, un disco sincero e libero.
Tanti riferimenti alla politica: dall'inquinamento, all'estremismo religioso, passando per le vittime delle mafie e del terrorismo internazionale ai nuovi media. «Siamo una band a tutto tondo nel senso che ci sono ragioni sociali, politiche ma anche ragioni personali, psicologiche, d'amore e di rapporti umani nelle motivazioni per cui continuiamo a scrivere canzoni».
Piero ha poi voluto spiegare il concetto di «Eutòpia». «Abbiamo scelto questo 'Eutòpia' perchè si distingue da Utopia, sono cose nettamente diverse. E' il luogo che esiste davvero, è la somma di tutti i bei luoghi che ci sono in giro per il mondo». I Litfiba saranno impegnati nel tour che promette di far ballare anche le altre città italiane.