24 ottobre 2019
Aggiornato 06:30
Costerà 329 euro

Switch, la nuova console «trasformista» di Nintendo: un po' tablet un po' videogame

In vendita in tutto il mondo a partire da marzo, un dispositivo trasformista, composto da uno schermo touchscreen, simile ad un tablet, e due controller chiamati Joy-con, che si presta ad essere usato in molteplici modi

TOKYO - C'è un nuovo concorrente nell'affollata e competitiva arena delle console per videogiochi: da Tokyo, Nintendo ha lanciato ufficialmente la sua novità "Switch", in vendita in tutto il mondo, Italia compresa, a partire da marzo.

"Trasformista"
Un dispositivo trasformista, composto da uno schermo touchscreen, simile ad un tablet, e due controller chiamati "Joy-con", che si presta ad essere usato in molteplici modi: può diventare portatile, utilizzando il tablet come schermo, o può essere collegata alla televisione come una console di gioco tradizionale. I due "Joy-con" possono essere adoperati uniti, in modo simile agli altri controller, o possono essere separati per una sessione di gioco a due; se ne possono collegare fino a 8 ad ogni console.

Tra gioco e smartphone
Ora bisognerà attendere il giudizio del mercato, spiega Hirokazu Hamamura, esperto del settore. "Il mercato giudica le console in funzione delle loro capacità di generare profitti. Uno degli elementi chiave in questo senso sono i servizi online. Il presidente di Nintendo Kimishima ha accennato all'idea di servizi online a cavallo fra la console Switch e gli smartphone, ma non ha dato dettagli. E' su questo punto che Nintendo ha la possibilità di ricavare guadagni considerevoli». Switch si collega via wifi alla rete internet grazie alla quale si possono scaricare videogame o giocare in linea.