27 novembre 2020
Aggiornato 12:30
Telefonia

Ops, mi è caduto lo smartphone

Secondo un sondaggio sulle cadute dei telefoni, solo il 52% ha portato alla rottura dello smartphone

Caduta smartphone
Caduta smartphone Wiko

Non serve essere particolarmente distratti, immersi tra i propri pensieri o con le cosiddette «mani di pasta frolla»: chiunque può dire di aver fatto cadere, almeno una volta, il proprio smartphone.

Fortunatamente, complici i materiali costruttivi sempre più evoluti e resistenti, in primis gli schermi dei display, le cadute provocano sempre meno la rottura del device stesso. Secondo il nuovo sondaggio condotto all’interno della sua Instagram community da Wiko, brand franco-cinese di telefonia, solo il 52% delle cadute ha portato alla rottura dello smartphone.

Mani di pastafrolla o disattenzione?

Quando avvengono questi capitomboli? Ci sono situazioni originali o estreme che favoriscono la disattenzione? Stando ai risultati del sondaggio condotto da Wiko sembrerebbe proprio di no. Il 58% delle volte, infatti, il «luogo del delitto» è proprio quello domestico. Solo nel 42% dei casi le cadute avvengono in viaggio o durante degli spostamenti.

E i selfie? Sempre più sicuri! La presa dello smartphone durante gli autoscatti è ben salda, visto che solo il 35% dei rispondenti ha dichiarato di aver fatto scivolare il proprio telefonino in queste occasioni. Evidentemente la ricerca dello scatto «acchiappa like», per voglia di originalità e vanità, si è fatta più cauta e consapevole.

Il volo dall'alto dello smartphone

Il contesto peggiore, inoltre, secondo il sondaggio di Wiko non è la temutissima acqua (22%), quanto più un volo fatto dall’alto (78%) e che, magari, ha colpito il telefono proprio nell’angolo sbagliato del display, causandone la rottura. Non è infatti l’uso imprudente dello smartphone (15%) a causare le cadute, ma sono perlopiù situazioni accidentali (85%).

In questi casi, la soluzione adottata - sicuramente la più sostenibile - è stata quella di riparare lo smartphone, affidandosi a uno dei tanti centri assistenza. L’acquisto di un nuovo device non è la scelta preferita: solo il 32% dei rispondenti cede alla nuova spesa.

In un contesto così fortuito, dove non serve scalare le montagne, quanto molto più comunemente far volare lo smartphone dal proprio comodino, la soluzione più smart, accessibile e alla portata di tutti è quella di affidarsi agli accessori di protezione.

Sono letteralmente indispensabili per il 90% dei rispondenti. La scelta migliore è quella di optare per un pack completo di cover e di schermo protettivo per il display (78%) invece che della sola cover (22%).

A tal proposito, Wiko, nel suo e-store italiano, propone fino al 30/11 l’intera gamma di accessori originali di protezione della View5 Collection con uno sconto del 10% e spese di spedizione gratuite inserendo il codice Free2020.

Infine, per chiudere il sondaggio, una domanda sulla cover: meglio trasparente che preservi e mantenga inalterato il colore originario dello smartphone o colorata? Qui il panel si divide equamente, 50 e 50. Importante è che sia presente, perché le cadute - si sa - sono sempre dietro l’angolo.