Consumatori informati

Truffe: attenzione alle case vacanza, anche per animali, affittate online

Sono pervenute numerose segnalazioni circa truffe riguardanti le case vacanza offerte a prezzi (troppo) modici. Sono offerte di spazi attrezzati per ospitare anche animali domestici. Le truffe riguardano specialmente Veneto, Puglia e Sicilia

Case vacanza offerte a prezzi modici, era una truffa
Case vacanza offerte a prezzi modici, era una truffa (Pawel Kazmierczak | shutterstock.com)

Incappare in una truffa è oggi molto più facile grazie a Internet. La possibilità di fare tutto da casa è per molti una comodità. Ma se non si fa attenzione, la comodità può essere un’arma a doppio taglio.

Prezzi allettanti
Secondo il rapporto divulgato dall’AIDAA, l’Associazione Italiana Difesa Animali & Ambiente, dal 1 maggio a oggi sarebbero già 270 le famiglie truffate. In molti, in cerca di una sistemazione per sé e per i propri animali domestici (cani, gatti ecc.), attirati probabilmente dai prezzi allettanti, sono incappati in queste truffe che, sempre stando a quanto riferito dall’AIDAA, riguardano in particolare offerte per le regioni Veneto, Puglia e Sicilia.

La truffa
I volontari dell’AIDAA avvertono che le case proposte in affitto per le vacanze non esisterebbero proprio. I truffatori attirano i clienti con annunci civetta pubblicati su siti web che propongono l’affitto di case vacanza. Sia i luoghi, la posizione che il prezzo della proposta sono in genere molto allettanti, per cui è facile che qualcuno si muova a prenotare il locale. Per la prenotazione viene richiesto un anticipo che varia dai 200 ai 400 euro a seconda della casa scelta. Il pagamento di solito avviene per mezzo di servizi di trasferimento denaro. Ma non appena il truffatore incassa la somma, sparisce. Così come non esiste alcuna casa vacanza prenotata. Secondo le prime stime, i truffatori avrebbero già estorto denaro per più di 80mila euro. Attenzione dunque a quello che si sta cercando di affittare: controllare sempre la reale esistenza dell’abitazione, se dietro vi è un’agenzia riconosciuta, un reale proprietario e, soprattutto evitare servizi di trasferimento denaro o ricariche di carte di credito prepagate. Nel caso si sia già stati vittime di una truffa è bene denunciare il fatto alle forze dell’ordine.