Giugno a Firenze: tutti gli eventi imperdibili

Firenze a giugno si anima: scopri tutti gli eventi in programma e organizza un viaggio

Panorama di Firenze
Panorama di Firenze (Shutterstock.com)

Giugno è forse il mese migliore per visitare Firenze: non solo infatti il clima è perfetto in questo periodo, con giornate soleggiate e temperature miti, ma in occasione della celebrazione del santo patrono – san Giovanni Battista – nella città del Giglio vengono organizzati numerosi eventi molto caratteristici ai quali è molto divertente prendere parte.

I due appuntamenti più importanti del mese sono però senza dubbio la celebrazione del Santo Patrono e il calcio storico fiorentino. In realtà questi due eventi sono collegati, in quanto il calcio storico in realtà si inserisce nella celebrazione del Santo Patrono, con modalità però assai lontane dalla liturgia: per chi non lo conoscesse, questo sport – la cui origine risale al secolo XVI – è un mix di calcio, rugby e wrestling, e coinvolge 4 squadre, corrispondenti ai quartieri della città. Il calcio storico è di per sé uno sport molto violento, in cui i partecipanti – abbigliati con costumi d’epoca – si scontrano letteralmente sul campo di sabbia allestito per l’occasione in Piazza Santa Croce.

Le regole dello sport in sé non sono ben chiare, l’unica cosa certa e che i partecipanti si affrontano in modo molto violento, senza esclusione di colpi: è infatti possibile contrastare l’avversario con ogni mezzo, e non è raro il verificarsi di vere e proprie risse nel tentativo di conquistare una «caccia», ovvero il goal. Più che il lato puramente sportivo è importante il carattere tradizionale dell’evento: i giocatori delle quattro squadre si ergono a veri e propri campioni del loro quartiere e tutte le storiche rivalità vengono messe in campo senza freno alcuno.

Gli appuntamenti del calcio storico si articolano in tre date: i primi due incontri quest’anno si terranno il 15 e il 16 giugno, mentre la finale sarà disputata il 24 giugno, in corrispondenza del giorno di San Giovanni. La festa del Santo Patrono comincia invece la mattina con un piccolo corteo, presieduto dal sindaco, che parte da Palazzo Vecchio per portare dei ceri simbolicamente in dono a San Giovanni; la processione giunge infine al battistero dove viene ricevuto dall’arcivescovo, che passerà poi a celebrare la messa. Il clou della celebrazione è però alla sera e prevede invece uno spettacolo pirotecnico, caratterizzato da magnifici fuochi artificiali che vengono lanciati da Piazzale Michelangelo, offrendo agli spettatori un’esperienza davvero entusiasmante.

Per godere al meglio di queste festività, il consiglio è quello di prenotare un hotel nel pieno centro di Firenze, in modo da poter raggiungere comodamente a piedi il centro dell’azione e godersi appieno tutti i festeggiamenti.