24 giugno 2017
Aggiornato 15:30

Barry Manilow: 'Temevo di deludere i fan rivelando di essere gay'

Il 73enne cantante fa coming out alla rivista People

Roma, 6 apr. - Barry Manilow ha aspettato la veneranda età di 73 anni per uscire allo scoperto e fare coming out dopo decenni di silenzio. L'icona del pop ha rivelato la sua omosessualità in una intervista al magazine "People". Nel 2014 il cantante di "Mandy" ha sposato in gran segreto a Palm Spring, in California, il compagno e manager Garry Kief che è al suo fianco da 40 anni, ma, ha detto Manilow "ho sempre voluto tenere segreto il mio orientamento sessuale per paura di deludere i fan". Tenere nascosta la relazione con il compagno è "stato stressante. Sono riservato, lo sono sempre stato e quando incontrai Garry ci fu una ragione in più per far restare la mia vita privata". Manilow ha rivelato di avere paura dei fan ma "quando hanno scoperto che io e Garry stavamo insieme sono stati felici. La loro reazione è stata bellissima, persone che non conoscevamo si sono congratulate con noi e ci hanno augurato il meglio". Manilow era stato anche sposato per poco tempo con una donna incontrata al liceo. La loro relazione era finita in fretta a causa della giovane età ma non per la sua omosessualità sessualità. E' stato nel 1978 che poi ha incontrato Garry Kief. "Sapevo che era lui", ha detto il cantante. "Sono stato molto fortunato. Mi sentivo molto solo prima di conoscerlo". Barry Manilow, il cui vero nome è Barry Alan Pincus, aveva vissuto il suo periodo di massimo splendore negli anni '70. Negli ultimi anni, ha prodotto il suo show a Las Vegas. Questo mese, ha pubblicato un nuovo album "Questa è la mia città", con canzoni dedicate a New York, la sua città natale.