29 settembre 2020
Aggiornato 13:00
Mamme e tecnologia

Mamma, usi sempre lo smartphone? I tuoi figli potrebbero odiarti per questo

Uno studio americano mette in evidenza il divario che si sta creando nelle relazioni genitori/figli a causa del continuo uso della tecnologia. Ma ne vale davvero la pena sacrificare il tempo da dedicare ai propri figli?

Se ci guardiamo indietro notiamo come la nostra vita sia cambiata nel giro di pochi decenni. Il nostro modo di concepire le giornate e il tempo libero era completamente differente da quello dei nostri figli. Si passavano ore a giocare all’aperto in compagnia di amici «reali». Oggi questi vengono sostituiti da quelli virtuali, che si incrociano sui social network o su WhatsApp. Ma il vero problema non è come sono i nostri figli, cresciuti nell’era della tecnologia. Il dramma è ciò che stiamo diventando noi che abbiamo visto con i nostri occhi qual era il vero divertimento e la vera spensieratezza. Ci siamo mai chiesti cosa pensano loro di tutto ciò?

Manca la normale relazione genitori/figli
Un nuovo studio, condotto dai ricercatori dell’University of Michigan e l’Università di Washington, cerca di approfondire le dinamiche che coesistono tra la tecnologia e un buon clima familiare. Se guardiamo con attenzione le case di oggi sono «vuote», rispetto a quelle di «ieri». Non esiste più la serata passata in famiglia a raccontarsi gli avvenimenti della giornata. Internet e tecnologia sembrano aver creato un divario incolmabile tra genitori e figli. E così che le serate sono contraddistinte da un silenzio ridicolo e allo stesso tempo drammatico.

Bambini stressati dal comportamento dei genitori
Dai risultati emersi da un sondaggio condotto dalle due università su un campione di 249 famiglie – con figli di età compresa fra i 10 e i 17 anni – risulta che i bambini sono quelli che ne soffrono di più. Il problema, secondo gli studiosi, è che i figli si rendono conto che i propri genitori non prestano loro tutta l’attenzione che si meritano. Il 92%, infatti, ha dichiarato di sentire mamma e papà troppo distanti e disinteressati a causa dell’utilizzo di Internet e smartphone.

Cosa voglio davvero i bambini?
I bambini, vorrebbero che i loro genitori evitassero di pubblicare online di fatti che li riguardano, a meno che non sia stato prima deciso insieme. Sembrano essere stufi di vedere i genitori che, nel momento del tempo libero, usano tablet, smartphone o computer anziché dedicare del tempo a loro. Ma ciò che odiano di più è che usano anche il cellulare mentre guidano e non mettono in pratica niente di ciò che predicano. Almeno in fatto di utilizzo della tecnologia.


Ne vale davvero la pena?
Questi sono gli sconcertanti risultati dello studio americano. Arrivati a questo punto ogni mamma – e anche ogni papà – dovrebbe chiedersi quanto un gingillo elettronico possa sostituire l’amore e il sorriso che solo un figlio può donare. Il tempo non è infinito e l’essere umano non è immortale. Il tempo sfugge, senza che ce ne rendiamo conto. Non facciamo l’errore di guardare alle nostre spalle e vedere che la vera gioia di stare insieme a un bambino l’abbiamo persa per sempre. Perché in quel momento, Internet non riparerà le ferite del nostro cuore.