13 novembre 2019
Aggiornato 18:00
Reali Inglesi

Diana lasciò un messaggio segreto per William e Kate

Si tratta di nuove rivelazioni lanciate dalla rivista statunitense «The Globe» che aggiungono carne al fuoco della tesi del complotto che ha ripreso quota in queste ore dopo la recente notizia della misteriosa scomparsa del soldato che accusò le Sas di aver organizzato e portato a termine l'omicidio di Lady D

LONDRA - La principessa Diana avrebbe lasciato un messaggio segreto registrato per William e la futura consorte, quasi una premonizione che non avrebbe potuto condividere le gioie familiari del primogenito perchè sentiva che la sua vita era in pericolo. Si tratta di nuove rivelazioni lanciate dalla rivista statunitense The Globe che aggiungono carne al fuoco della tesi del complotto che ha ripreso quota in queste ore dopo la recente notizia della misteriosa scomparsa del soldato che accusò le Sas, le forze speciali britanniche, di aver organizzato e portato a termine l'omicidio di Lady D.

Secondo la rivista Usa, nel messaggio Diana esorta William e la futura moglie, oggi Kate, a «curare teneramente i vostri figli per me. Dite loro che li amerò e che veglierò su di loro». La principessa di Galles si rivolge anche direttamente alla nuora, invitandola ad impegnarsi per fare in modo che il matrimonio sopravviva alle pressioni dei media, avvertendola che per una futura regina è più difficile far funzionare un matrimonio. «Sono sicura che ti adorerei e che saremmo diventate amiche. Devi essere qualcuno di speciale, se no non saresti la moglie del mio William», affermerebbe ancora la principessa nella registrazione.

FUGGITO IL SOLDATO - Il fantomatico militare che accusa le forze speciali britanniche Sas di aver causato la morte di Lady D nell'incidente di Parigi avrebbe lasciato il Regno Unito.
Conosciuto solo come «soldato N», l'ex membro delle Sas con le sue dichiarazioni choc aveva spinto Scotland Yard ad avviare una revisione delle indagini su quanto accaduto a Diana. Secondo alcuni tabloid, il militare, che avrebbe dovuto testimoniare nel corso dell'inchiesta, sarebbe fuggito in Thailandia perché teme per la sua vita.