4 agosto 2021
Aggiornato 02:30
La diciottesima edizione del festival dal 19 al 28 ottobre

I film di 40 Paesi dell'area euro-mediterranea a Roma

In cartellone quest'anno 86 film, documentari, cortometraggi in lingua originale accompagnati da ospiti internazionali. I Paesi ospiti d'onore quest'anno sono la Slovenia (con il regista Damjan Kozole, a cui verrà assegnato il Premio alla carriera), e poi Marocco, Tunisia, Algeria, Egitto, Turchia e Libano

ROMA - I film di 40 Paesi dell'area euro-mediterranea arriveranno a Roma dal 19 al 28 ottobre per la diciottesima edizione del MedFilm festival. In cartellone quest'anno 86 film, documentari, cortometraggi in lingua originale accompagnati da ospiti internazionali. I Paesi ospiti d'onore quest'anno sono la Slovenia (con il regista Damjan Kozole, a cui verrà assegnato il Premio alla carriera), e poi Marocco, Tunisia, Algeria, Egitto, Turchia e Libano, con film che racconteranno luci e ombre delle loro diverse società e della Primavera araba.

«LE COSE BELLE» RAPPRESENTERA' L'ITALIA - Nel Concorso Ufficiale saranno in gara film di fiction e documentari: ad aprire il festival sarà «Noor» di Cagla Zencirci e Guillaume Giovannetti, coproduzione franco-turco-pakistana che racconta la favola on the road di un uomo che cerca una nuova identità. A rappresentare il cinema italiano ci sarà il documentario «Le cose belle» di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno. Nella sezione Nuova Europa verrà presentato in anteprima il nuovo film del regista romeno Cristian Mungiu, «Oltre le colline».
Durante il festival si terrà anche il Forum «Nuovi confini dell'Europa tra Oriente e Occidente», e sono previsti incontri con il regista serbo Srdjan Dragojevic (il 23) e con i registi sloveni Damjan Kozole e Jan Cvitkovic (il 25). Il MedFilm quest'anno si svolgerà tra Auditorium della Conciliazione, Casa del Cinema e Spazio Cervantes di Roma.