15 novembre 2019
Aggiornato 22:30
Reali Inglesi

Il Principe Carlo incassa 688mila euro da sudditi deceduti

Si tratta di una consuetudine risalente al Medioevo, battezzata «bona vacantia» (beni disponibili): la quasi totalità della somma è stata versata a organizzazioni di beneficenza, eccetto una percentuale destinata a soddisfare eventuali reclami legali

LONDRA - Il principe Carlo, erede al trono d'Inghilterra, si è intascato 688.800 euro nell'anno fiscale 2011-2012 grazie ai residenti nel Ducato di Cornovaglia (delle cui rendite è titolare) che sono gentilmente deceduti senza lasciare un testamento o eredi.

«BONA VACANTIA» - Si tratta di una consuetudine risalente al Medioevo, battezzata «bona vacantia» (beni disponibili): la quasi totalità della somma è stata versata a organizzazioni di beneficenza, eccetto una percentuale destinata a soddisfare eventuali reclami legali.
In gran Bretagna i beni intestati o per i quali non esistono eredi vengono - in virtù dello stesso principio - destinati allo Stato, ad accezione appunto dei ducati di Cornovaglia e Lancaster le cui rendite vanno rispettivamente a Carlo e alla regina Elisabetta.