30 marzo 2020
Aggiornato 12:34
Tutte le note di un successo

Cantina Tollo e Pescara Jazz Festival 2012

Cantina Tollo ha deciso di sposare una nobile forma d'arte, la musica, che contribuisce alla promozione dell’intero territorio. Il PescaraJazz Festival, infatti, ogni anno richiama migliaia di spettatori dall’Italia e dall’Estero

PESCARA - Ultime battute per il PescaraJazz Festival, storico festival dedicato al jazz che per l'edizione 2012 ha trovato in Cantina Tollo un partner d'eccezione. Dopo aver valorizzato patrimoni culturali ed ambientali come i «trabocchi» e gli «Eremi», Cantina Tollo ha deciso di sposare una nobile forma d'arte, la musica, che contribuisce alla promozione dell’intero territorio. Il PescaraJazz Festival, infatti, ogni anno richiama migliaia di spettatori dall’Italia e dall’Estero.
La rassegna, inaugurata ad aprile a Chicago, si concluderà il 3 agosto con il concerto di Paolo Conte.
Un'edizione di successo, come confermano ad oggi i numeri: oltre 6.000 le presenze registrate nei vari concerti, con grande affluenza di pubblico al PescaraJazz Village, ospitato all'interno dell'Aurum di Pescara. Per una settimana l'ex opificio è divenuto la sede d'elezione di concerti e jam session accompagnati dalle eccellenze dell'enogastronomia abruzzese, in cui non sono ovviamente mancati i vini firmati Cantina Tollo.

Grande riscontro ha avuto in particolare la serata del 10 luglio, promossa da Cantina Tollo, apertasi con il al seminario «Jazz e Management», organizzato dalla community abruzzese Plan People e dedicata all'incontro fra il mondo del jazz e quello del management. Un incontro che ha dimostrato concretamente come community, social network e rete possano contribuire attivamente alla crescita del territorio e della comunità, anche attraverso momenti di incontro improntati allo svago e al divertimento.
Per l'occasione Cantina Tollo, nel fine settimana di chiusura del PescaraJazz Village, ha voluto ospitare anche alcuni rappresentati della stampa nazionale, che hanno potuto scoprire un altro lato della cultura abruzzese. Per tre giorni gli ospiti sono andati alla scoperta delle bellezze del territorio, dalle colline al mare, dove hanno potuto conoscere ed ammirare anche i tradizionali trabocchi, antiche strutture di pesca che rendono unica la costa abruzzese. E proprio la tradizione dei trabocchi è stata protagonista della puntata di «La Terra», trasmissione radiofonica di Rai Uno che sabato 14 luglio ha visto una diretta telefonica realizzata proprio a bordo della «Flying Fish» che ospitava i giornalisti partecipanti all'educational stampa.

Immancabile, nel programma dedicato alla stampa, la serata musicale, in cui i presenti hanno potuto incontrare il Presidente di PescaraJazz Festival, Lucio Fumo, che ha loro raccontato storia, curiosità ed aneddoti legati all'evento. A seguire i giornalisti hanno potuto godere dello spettacolo MOSTLY MONK. AN EVENING WITH 4 PIANOS, uno dei principali appuntamenti del Pescara Jazz Festival, concluso con la performance di JOE LOVANO AND DAVE DOUGLAS QUINTET: SOUND PRINTS, due dei talenti più nitidi emersi nella New York bianca degli anni Ottanta.
Ma la collaborazione tra Cantina Tollo e PescaraJazz Festival non terminerà qui: dopo la serata conclusiva del 3 agosto, molte altre sorprese allieteranno l'autunno, sempre all'insegna della promozione del territorio e delle eccellenze abruzzesi.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal