20 ottobre 2020
Aggiornato 08:30
Cinema | «The Amazing Spider-Man»

Garfield: Spiderman? Temevo più le scene d'amore

Il nuovo Uomo Ragno ha perso la testa sul set per Emma Stone: E' una ragazza speciale. Mi ha intrigato fin dal primo momento che l'ho vista, ho sentito l'intesa già quando abbiamo provato le parti. E' bastato leggere poche righe di copione e siamo andati subito d'accordo

MILANO - «Le scene in volo da un palazzo all'altro? Io temevo molto più quelle d'amore». Parola di Andrew Garfield, protagonista di «The Amazing Spider-Man», che sul set del film ha perso la testa per la collega Emma Stone. «E' una ragazza speciale - ha dichiarato l'attore statunitense - è fantastica. Mi ha intrigato fin dal primo momento che l'ho vista, ho sentito l'intesa già quando abbiamo provato le parti. E' bastato leggere poche righe di copione e siamo andati subito d'accordo».

IL PRIMO AMORE - Innamorati nel film come nella vita, Andrew ed Emma sono riusciti a tenere segreto il loro amore fino all'uscita della pellicola in America. «Il giovane Peter Parker è innamorato perso della sua compagna di classe Gwen - ha aggiunto il nuovo Uomo Ragno -. E' al primo amore, quindi è un po' confuso, ma allo stesso tempo esilarante. Non crede ai suoi occhi quando la ragazza lo invita a bere un tè. Poi, per baciarla, deve vincere la sua timidezza. Con Emma certe scene sono venute naturali, spontanee».

MI SONO IDENTIFICATO SUBITO CON IL PERSONAGGIO - In «Amazing Spider-Man», che è un reboot slegato dalla precedente trilogia diretta da Sam Raimi, il protagonista è costretto a combattere con i compagni di classe, spesso sbruffoni e prevaricatori. Lui, timido e magrolino, riceve poteri soprannaturali dopo un incidente in laboratorio. «Mi sono identificato subito con il personaggio - ha rivelato Garfield -. Anch'io a scuola ero gracile, a rugby prendevo delle belle botte. Ho sempre pensato che, vista la mia carenza fisica, avrei dovuto distinguermi in altre cose. Così come accade nel film a Peter».