20 agosto 2019
Aggiornato 19:00
E' il secondo telefilm più visto di tutti i tempi in Italia

Dr. House: Al via l'ottava stagione, ma sarà l'ultima

La fine non è ancora nota, ma si sussurra che l'uscita di scena definitiva del più scorbutico dottore della tv sarà certamente da ricordare. Il 19esimo episodio sarà diretto dallo stesso protagonista Hugh Laurie

MILANO - E' il secondo telefilm più visto di tutti i tempi in Italia, sono 66 i paesi nei quali è stato trasmesso, 81 milioni la stima di persone che lo hanno visto almeno una volta nel mondo, 400 mila i dollari che Hugh Laurie è arrivato a guadagnare per ogni puntata, diventando l'attore più pagato in America per una serie drammatica, 5 i prestigiosi Emmy Awards, gli Oscar della Tv, assegnati alla serie. Dr. House è davvero il telefilm dei record e ora è pronto a chiudere i battenti. L'ottava e ultima stagione della serie andrà in onda in Italia da domani, ogni martedì alle 21.10 su Canale 5.

PUNTATE «WILSON-CENTRIC» - La fine non è ancora nota, ma si sussurra che l'uscita di scena definitiva del più scorbutico dottore della tv sarà certamente da ricordare. Da non perdere il 19esimo episodio, diretto dallo stesso Laurie. Ed è di pochi giorni fa la notizia del ritorno di Olivia Wilde nell'attesissima puntata finale, mentre secondo alcuni rumors riferiti all'ideatore David Shore, molte puntate dell'ultima stagione saranno «Wilson-centric», ossia basate sul dualismo tra House e il personaggio interpretato da Robert Sean Leonard.
«Ci sono veramente poche cose nella vita che sono talmente divertenti e gradevoli da spenderci sedici ore al giorno, tutti i giorni, incluso il sesso e il buon cibo» ha dichiarato recentemente Hugh Laurie al Telegraph, che in vista dell'attesissimo finale ha deciso di lanciare un appello ai fans. In un video apparso su Internet, l'attore inglese, ripreso nello studio di «Dr. House», chiede di realizzare foto, filmati, dediche, canzoni legate al serial e testimonianze sul telefilm e di postare tutto in rete. Il materiale più interessante farà parte di un «compilation-show» - come lo definisce Laurie - che andrà in onda in America prima della puntata-finale. Un'iniziativa che vuole «condividere le reazioni dei fans con il resto del mondo - si legge sul sito ufficiale del telefilm -, quello che si è amato, odiato, perso, mai capito o capito troppo facilmente».