15 giugno 2021
Aggiornato 18:30
Cinema italiano

De Sica: La risata è il nostro aiuto alla società

L'attore nelle sale con «Buona Giornata», l'ultimo film di Carlo Vanzina. La pellicola è una caricatura dell'Italia di oggi: ridere dei malcostumi tipici del nostro Paese, grazie ad un cast di comici esperti, tra cui Diego Abatantuono, Maurizio Mattioli, Vincenzo Salemme, Lino Banfi e Christian De Sica

MILANO - E' uscito ieri, venerdì 30 marzo, Buona Giornata, l'ultimo film di Carlo Vanzina. La pellicola è una caricatura dell'Italia di oggi: ridere dei malcostumi tipici del nostro Paese, grazie ad un cast di comici esperti, tra cui Diego Abatantuono, Maurizio Mattioli, Vincenzo Salemme, Lino Banfi e Christian De Sica.
Proprio quest'ultimo, sulle pagine di Gente, ha parlato del film e non solo: «L'aiuto che diamo alla società è far divertire la gente, che oggi ha bisogno di tanta pazienza per tirare la fine del mese - ha affermato -. Il personaggio che interpreto mi è caro perché rappresenta un tipo di italiano che non ci sarà più. È nobile, ma povero, aristocratico d'animo come gli umili. Costretto a fare il giro delle sette chiese per racimolare un pasto, ma è meglio dei cosiddetti «normali» che stanno al potere - ha aggiunto Christian -. Da condannare sono piuttosto i borghesi, cafoni, arricchiti che ci derubano ogni giorno».

Nel cast pure Lino Banfi, che dopo tanti anni sveste i panni di nonno Libero e indossa quelli di un politico cinico e corrotto alle prese con un collega che muore tra le braccia di un trans. «Non vedevo l'ora che qualcuno mi chiamasse per fare il cattivo e parlare ancora pugliese - ha svelato al settimanale il comico pugliese -. La storia del transessuale? Mi piace stare al passo coi tempi, se guardassi una donna nuda dal buco della serratura oggi mi farebbero le pernacchie. Il problema della omosessualità? E' ridicolo che oggi esista ancora l'omofobia - ha concluso Banfi -. E lo dice un eterosessuale incallito».