26 gennaio 2020
Aggiornato 18:00
La confessione al settimanale «Chi»

Rocco Siffredi: La Canalis ha detto che sono il suo tipo

Il re dell'hard snocciola le sue fan: Per Madonna sono un mito, poi Manuela Arcuri e Vanessa Incontrada. Fabio Volo: Un anno fa ho detto «Ti amo». Carla Fracci: Da Bolle critiche fuori luogo

MILANO - «Un mese prima che incontrasse Clooney, una sera a Milano Elisabetta Canalis si è avvicinata a me dicendomi So che io sarei il tuo tipo e tu il mio. C'era mia moglie Rosza seduta al mio fianco». Lo confessa Rocco Siffredi al settimanale Chi. Il re dell'hard stila il catalogo delle sue fan più celebri: «Quando ho posato per Jean-Baptiste Mondino, lui mi ha rivelato Per Madonna sei un mito».
Ma la pop star sarebbe solo una delle tante pretendenti dell'attore e produttore pornografico: «Una volta un truccatore, amico di Francesca Neri, l'ha chiamata al telefono, sapeva che le avrebbe fatto piacere - continua Siffredi -. Poi c'è Lucilla Agosti, con cui ormai sono molto amico. C'è la Iena Elena Di Cioccio, superlativa fan, poi Manuela Arcuri e Vanessa Incontrada. Infine Melissa P. dice che Abbiamo delle affinità».

Fabio Volo: Un anno fa ho detto «Ti amo» - «Sono stato fidanzato, ho detto Ti amo un anno fa. E' stato bello. Quella ragazza non la frequento più, la amerò per sempre, ma mi sono fatto lasciare». Lo confessa, al settimanale Oggi, Fabio Volo. L'attore e scrittore è protagonista nelle sale cinematografiche e in libreria con il best seller Il giorno in più: «I figli li ho sempre voluti, li voglio e li avrò - prosegue -. E se scopro che non posso averli, li adotterò. Se dovessi scegliere vorrei una figlia: mi muovo meglio fra le donne». Poi sottolinea: «Ho bisogno di una donna che mi prenda per quello che sono, come io prenderò lei per quello che è. Voglio cambiare per lei senza che sia lei a chiedermelo».
Sulle sue vere o presunte storie d'amore, Volo rivela: «L'unica con cui ci ho provato davvero è Stefania Sandrelli. E con una fra Alessia Marcuzzi, Elisabetta Canalis e Simona Ventura c'è stato un rapporto non platonico».
E sulla sua attività di scrittore: «Prima dicevano che i miei libri erano brutti. Poi che non li scrivevo io. Dell'ultimo, visto che l'io narrante è una donna, diranno che l'ha fatto una ghostwriter femmina. E che me la porto a letto. Il mio futuro? Forse girerò un film in primavera. E ho scritto due programmi: uno va su Raitre, l'altro fluttua», conclude Volo.

Carla Fracci: Da Bolle critiche fuori luogo - «Io all'Opera ero sul palcoscenico, ma con personaggi adatti a me. Le sue critiche sono state fuori luogo. Forse gli hanno suggerito male, magari per fare notizia. Ho lavorato per i giovani come Roberto Bolle, un grande talento. Dovrebbe fare tesoro di quello che dico». Carla Fracci, tramite il settimanale Oggi, risponde alle accuse mosse da Bolle. Il ballerino aveva affermato di «trovare egoistico da parte di un'artista come Carla Fracci restare in organico, non solo per l'economia del Teatro dell'Opera di Roma, ma anche nei confronti dell'arte». La Fracci, dal canto suo, aggiunge: «Non mi ha chiesto scusa e mi evita quando mi incontra, ma io continuo a volergli bene».
Invece sul futuro della danza nel nostro Paese Carla Fracci propone: «Dovremmo creare un Balletto nazionale: è l'unico modo per salvare il classico in Italia. Lo dico da trent'anni. Il balletto quando è fatto bene porta denaro ai teatri e i soldi si possono trovare al di là delle bugie e delle promesse che mi sono state fatte in questi ultimi tempi».