19 gennaio 2020
Aggiornato 00:30
Intervista al settimanale «A»

Santamaria: La Bonino? Presidente del Consiglio

L'attore sull'Italia: «Sono ottimista, c'è un risveglio generale». E sul governo Monti: «Conosco poco il Premier, ma sembra una persona capace»

ROMA - «Forse esagero, ma vorrei Emma Bonino presidente del Consiglio. Credo sia il solo politico che stimo». Lo confessa Claudio Santamaria al settimanale A. «L'ho incontrata più volte - continua l'attore - e penso che le dovrebbe essere affidato un ruolo di maggior rilievo. Penso che sia una donna straordinaria, forte, generosa, simpatica. Ed è onesta, retta e pulita. Si è sempre battuta per i diritti e capisce quali sono i limiti della politica».

Santamaria, impegnato sul set parigino del film Pauline Detective, è stato insignito poche settimane fa della carica di Cavaliere delle Arti e delle Lettere della Repubblica francese: «In Francia ci amano. Amano il nostro cinema, la nostra lingua, il nostro cibo e la nostra cultura. E non riescono a capire come mai abbiamo avuto questa situazione politica drammatica. Ci chiedono: perché la gente non faceva nulla?». E sul governo Monti: «Conosco poco il premier, ma sembra una persona capace. In questo periodo sono ottimista, le cose si muovono, la gente comincia a rendersi conto. È un risveglio generale».