24 novembre 2020
Aggiornato 18:00
CG Home Video

«Roma città aperta» finalmente in dvd e brd

Il capolavoro di Roberto Rossellini in edizione restaurata

ROMA - Sarà finalmente disponibile dal 20 settembre per la prima vola in edizione restaurata su supporto Dvd e alta definizione Blu Ray Disc «Roma città aperta» di Roberto Rossellini. Si colma così la grande assenza di uno dei film fondanti della storia del cinema italiano in un’edizione che si avvale del lavoro di restauro effettuato grazie al PROGETTO ROSSELLINI (documento in allegato) e di una vasta selezione di contenuti di approfondimento. Tra questi segnaliamo le testimonianze di Martin Scorsese, Francois Truffaut, Ingrid Bergman, i fratelli Taviani, Padre Fantuzzi, Vito Annichiarico, Carlo Lizzani e Luca Magnani. Tra gli extra è presente anche un prezioso dietro le quinte con Rossellini stesso, Giulio Macchi e Aldo Fabrizi; Beppe Attene fornisce una contestualizzazione storica dell’opera, accompagnata dal Cinegiornale Luce «Perché Roma città aperta» e la Settimana Incom «Questo è il nostro cinema», una panoramica sulla produzione cinematografica italiana dal '44 al '48; infine Cito Maselli commenta l’accoglienza riservata alla pellicola nel momento dell’uscita in sala. A completare questa edizione da collezione due preziosi documenti: le prime tre pagine della sceneggiatura originale; la segnalazione del Ministero degli Interni richiedente l'eliminazione della scena della fucilazione del sacerdote.

«La realtà è là, perché manipolarla?». Con questa idea Roberto Rossellini rivolse la macchina da presa alla Storia e divenne leggenda.
La verità di «Roma città aperta» stravolge e sconvolge il Cinema di contenuti e linguaggi eterni che riempiranno le pagine dei libri sotto il nome di Neorealismo. Brandelli di realtà fatta a pezzi dall’occupazione nazista, destini di uomini e donne giusti fagocitati dalle violenze di una città in preda al caos e all’ingiustizia, storie semplici di sacerdoti, bambini e partigiani che combattono l’orrore quotidiano con le armi della loro profonda umanità. Un’opera talmente dirompente da imprimere per sempre figure e immagini nell’universo cinematografico che grazie ad esse non sarà mai più lo stesso.