13 novembre 2019
Aggiornato 03:00
Guai in vista per la playmate

Pamela Anderson citata in giudizio dall'ex fidanzato

Laurence Hallier: «Ha provocato il fallimento della mia azienda». La vicenda raccontata da Tmz.com

LOS ANGELES - Guai in vista per Pamela Anderson: l'attrice è stata citata in giudizio dal suo ex fidanzato Laurence Hallier. Il vecchio compagno della show girl la accusa di essere stata la causa del fallimento della sua azienda.
La vicenda, raccontata in vari siti americani e lanciata da Tmz.com, è facilmente riassumibile. Hallier gestisce la società che ha costruito le Torri Panorama di Las Vegas e nel 2005 si fidanza con Pamela Anderson. Nel 2006 firma un accordo con la celebre compagna: lei si impegna a promuovere gli appartamenti di questa nuova imponente costruzione e in cambio strappa la promessa di ricevere un appartamento.

La storia però finisce e l'ex bagnina di Baywatch quell'abitazione non la riceve mai. Così decide di muoversi con i suoi avvocati per avere un risarcimento dall'ex. Una cifra più o meno stimata intorno al milione di dollari. Hallier, da buon imprenditore, risponde subito citando Pamela. A suo dire la Anderson non avrebbe mai fatto da testimonial agli appartamenti di Las Vegas (a differenza ad esempio di Leonardo Di Caprio) e non avrebbe rispettato il patto. Anzi, con queste sue inadempienze, sarebbe anche una delle principali responsabili del fallimento della sua società, che intanto non è riuscita a vendere tutti gli appartamenti delle Torri Panorama. Un danno considerato vicino ai 22,5 milioni di dollari per Hallier.
Saranno i giudici a valutare chi ha ragione in questa querelle. Sicuramente, tutto si puo' dire, tranne che i due ex si siano lasciati bene.