28 gennaio 2020
Aggiornato 02:00
Visita a rischio proteste

Carlo e Camilla in Marocco

L'erede al trono britannico e la Duchessa di Cornovaglia sono attesi a Rabat, dove incontreranno i membri della famiglia reale

LONDRA - Il principe Carlo e la consorte Camilla arriveranno oggi in Marocco, ma le proteste anti-monarchiche potrebbero rovinare l'ultima tappa del loro tour di 10 giorni, che li ha portati anche in Portogallo e Spagna.
Ieri - riferisce il Telegraph - quattromila manifestanti hanno invaso le strade di Casablanca per chiedere le riforme nel paese, tra cui l'abrogazione dell'articolo 19 della Costituzione, che fa del re Mohammed VI la più alta autorità religiosa nel paese.

INCONTRO CON IL RE A RABAT - L'erede al trono britannico e la Duchessa di Cornovaglia sono attesi a Rabat, dove incontreranno i membri della famiglia reale marocchina, tra cui il monarca. Durante la visita di tre giorni i dispositivi di sicurezza saranno monitorati da «vicino», ha sottolineato Clarence House, mentre le proteste continuano a colpire la regione.
Secondo l'attuale legislazione, il re del Marocco nomina il primo ministro e il suo governo. Mohammed ha promesso tuttavia una monarchia costituzionale. Una commissione chiamata a rivedere la Costituzione dovrà fornire le prime proposte entro giugno. Alcuni attivisti, tuttavia, chiedono riforme più rapide.