8 aprile 2020
Aggiornato 18:30
Siete d'accordo? Non siete d'accordo?

La Tv troppo sesso e poca educazione

I ginecologi italiani avvertono: i giovani iniziati al sesso dalla televisione

Gli adolescenti italiani hanno il primato negativo in Europa fra quanti dichiarano che la loro formazione sessuale è dovuta principalmente a quanto hanno appreso dalla televisione.
E’ quanto emerso nel corso di un convegno organizzato dalla società italiana dei ginecologi che aveva per tema i giovani e l’educazione sessuale.

Dal documento finale dei ginecologi emerge anche un dato sconfortante: ben il 61 per cento delle ragazze si lamentano di avere avuto rapporti sessuali troppo presto e segnati da esperienze negative.
Se si aggiunge che si registrano ogni anno più di 10 mila maternità di adolescenti il quadro è completo sul grado di ignoranza che contraddistingue le nuove generazioni.
Un gran numero di adolescenti per la loro educazione sessuale, ci informano i medici, si affidano alla televisione. Ma la televisione con quale tipo di informazione ricambia tanto interesse?
La televisione sia quella pubblica che quella privata, lo sappiamo tutti, fa una grande uso di sesso, ma solo allo scopo di esibirlo.

L’esposizione dei corpi ormai avviene anche senza alcuna giustificazione o attinenza con lo spettacolo. Veline, vallette, o partecipanti a trasmissioni e reality esibiscono le loro nudità al solo scopo di richiamare l’attenzione dei telespettatori.
Ma non sarebbe il caso, visto il grande consumo di sesso che si fa in Tv a discapito soprattutto dell’educazione dei più giovani, che la televisione affrontasse questo tema anche in forma diretta, scientifica ed educativa?
Siete d’accordo che la Tv produca trasmissioni rivolte ai giovani in cui il sesso venga affrontato dal punto di vista della formazione? Non siete d’accordo? Discutiamone nel Diario del Web

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal