10 dicembre 2019
Aggiornato 01:00

La Bullock rompe il silenzio: non esiste nessun video sexy

Il marito Jessy James intanto è accusato di aver girato anche filmini sexy-nazisti

NEW YORK - Sandra Bullock ha rotto il silenzio. L'attrice ha deciso di parlare, per la prima volta da quando ha scoperto che Jesse James la tradiva, per smentire l'esistenza di una videocassetta che la ritrarrebbe insieme al marito in atteggiamenti sexy. «Non esiste nessuna cassetta sexy. Non c'è mai stata e mai ci sarà», ha fatto sapere con un comunicato inviato al sito People.com.

Appena una settimana dopo che Sandra ha vinto l'Oscar come miglior attrice per «The Blind Side», diverse donne hanno rilasciato interviste ai media sostenendo di essere state le amanti di James, sposato a Bullock da cinque anni. Da allora l'attrice è praticamente scomparsa dalla vita pubblica cancellando diversi eventi mondani e première del suo film.

Da quando è scoppiato lo scandalo, inoltre, le notizie sul «cattivo» James si susseguono senza sosta. L'ultima lo vorrebbe addirittura autore di filmini porno in salsa nazista. Secondo il sito di gossip RadarOnline.com, il marito, non solo sarebbe andato a letto con quattro amanti, ma avrebbe ripreso con una telecamera le sue imprese da playboy.

«Cantava e urlava mentre beveva di tanto in tanto da una bottoglia di bourbon», ha detto una fonte che ha visto un video, descrivendo James in abiti nazisti e prodigo di saluti a braccio teso. L'avvocato di James, intanto, ha fatto sapere che il suo cliente, che si è fatto anche ricoverare in una clinica anti dipendenze «per motivi personali», necessita del silenzio dei media per salvare il matrimonio e riconquistare la moglie di cui è ancora innamorato.