20 novembre 2019
Aggiornato 17:00
Cinema | Film

Risolta controversia legale, si farà film «Lo Hobbit»

Nel 2010 inizieranno le riprese con il regista Guillermo Del Toro

ROMA - Via libera per Lo Hobbit. La Tolkien Trust (ente benefico inglese che si occupa di gestire l'eredità di J.R.R. Tolkien), la HarperCollins Publishers Ltd. e la casa di produzione New Line Cinema hanno risolto fuori dal tribunale una causa collegata alla trilogia cinematografica del Signore degli Anelli.

La causa era stata intentata nel febbraio 2008: HarperCollins Publishers Ltd. e i rappresentanti degli eredi di J.R.R. Tolkien avevano accusato la New Line Cinema di non aver fatto fede a una serie di accordi sulla divisione dei profitti della trilogia del Signore degli Anelli, uscita al cinema tra il 2001 e il 2003 negli Stati Uniti.

I dettagli dell'accordo che ha risolto la causa non sono stati diffusi, si legge sul sito www.hobbitfilm.it. Tuttavia, l'intesa ha sbloccato la realizzazione di due pellicole da «Lo Hobbit», il romanzo che Tolkien scrisse dopo la Trilogia come una sorta di 'prequel', con il giovane Bilbo Baggins come protagonista.

A questo punto i due film dello Hobbit hanno il via libera definitivo anche dal punto di vista legale. Come regista è stato scelto Guillermo del Toro, già autore del «Labirinto del Fauno», che in passato aveva rifiutato la direzione della «Cronache di Narnia» e di uno degli episodi di Harry Potter. Le riprese dovrebbero iniziare al principio del 2010 e la speranza è di vedere le due pellicole nei cinema alla fine del 2011 e del 2012.