31 maggio 2020
Aggiornato 07:00
Formula 3 | Gran Premio di Macao

Mick Schumacher domina anche la storica e tecnica pista cittadina

Le difficoltà della superclassica di fine stagione non fermano il figlio del leggendario Michael, migliore dei debuttanti e settimo assoluto nella gara di qualifica. Bene anche i due della Ferrari Driver Academy

MACAO – Prema ha incamerato ottimi risultati al termine della seconda sessione di qualifica per il 64° Grand Prix di Macao, piazzando tutti e quattro i propri piloti nella top 10. Il britannico Callum Ilott, rappresentante della Ferrari Driver Academy, e il tedesco Maximilian Günther, hanno portato in alto gli storici colori Theodore, terminando rispettivamente in terza e quarta posizione. «La sessione di libere del mattino è stata ottima e ci ha portato un quarto posto conquistato senza problemi di sorta – racconta Ilott – Abbiamo fatto qualche piccolo cambiamento prima della seconda qualifica, dato che avremmo avuto gomme nuove, e la macchina si è comportata bene fin da subito. Fortunatamente non abbiamo avuto molte possibilità di restare a lungo in pista, a causa delle cinque bandiere rosse che, tra l’altro, mi hanno permesso di segnare il mio miglior giro solo all'ultimo tentativo. Sono comunque contento di aver chiuso terzo, anche se so che avremmo potuto ottenere qualcosa di più. Comunque, questa è Macao, e ora dobbiamo concentrarci sulle gare».

Buon risultato per Schumi Jr
Il rookie Mick Schumacher si è messo in luce con un gran settimo posto, completando un giro eccellente, oltre alla posizione di miglior rookie dello schieramento: «La seconda sessione di prove libere è andata bene, a parte un errore che ho commesso e mi è costato un po’ di tempo in pista – spiega il figlio del leggendario Michael – Comunque, a quel punto avevo già segnato un tempo veloce. La seconda qualifica è stata entusiasmante e anche più stressante che in precedenza. Mi sono sentito a mio agio in vettura e ho segnato un ottimo tempo, anche se sono stato un po’ bloccato all’ultima curva. Per il resto tutto è andato bene: avremmo potuto fare qualcosina di più ma penso che possiamo essere molto soddisfatti del settimo posto».

Indietro il cinese
Alti e bassi per l’altro pilota Fda, Guanyu Zhou. Il giovane cinese ha chiuso la propria giornata nelle barriere, ma a quel punto aveva già segnato un giro veloce in grado di collocarlo al decimo posto: «Ovviamente questa non era la qualifica che volevamo, ma è comunque positivo essere il primo pilota cinese a chiudere nella top ten delle qualifiche di Macao. In generale la giornata non è stata perfetta: col primo set di gomme la vettura funzionava alla perfezione, ma col secondo ho commesso un errore finendo nelle barriere, ed è stato un po’ un peccato. Ora è però il momento di concentrarci sulle gare». La sessione è stata a più riprese interrotta da incidenti e bandiere rosse, alcune delle quali hanno in parte reso difficile la vita ai piloti SJM Theodore Racing by Prema. Tuttavia, diversi giri veloci hanno cambiato in modo consistente l’aspetto della classifica nel finale. Joel Eriksson e Lando Norris hanno marcato i loro migliori riscontri nella parte conclusiva della sessione, assicurandosi la prima fila per la gara di qualifica di domani, mentre successivamente Ilott e Günther si sono migliorati allo scadere del tempo, dividendosi la seconda fila. Tutto il team ha ora nel mirino la gara di qualifica, che partirà domani alle 10:20 e determinerà le posizioni in griglia per il 64° Grand Prix di Macao. La corsa principale del fine settimana si svolgerà domenica alle 15:30. Sarà possibile assistere alle attività dal sito ufficiale di Theodore Racing grazie alla presenza di live streaming e timing per entrambe le corse.

Sostieni DiariodelWeb.it

Caro lettore, se apprezzi il nostro lavoro e se ci segui tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal