13 luglio 2020
Aggiornato 23:00
Chicago campione

Baseball, Cubs in trionfo dopo 108 anni: battuti gli Indians

La loro prima e ultima volta fu 108 anni fa, poi una interminabile serie di sconfitte, una vera e propria maledizione. I Chicago Cubs trionfano nelle World Series, piegando in gara 7 al Progressive Field (8-7 il risultato) i padroni di casa, i Cleveland Indians, laureandosi campioni Mlb.

https://adv.diariodelweb.it/video/askanews/2016/11/20161103_video_10014927.mp4

CHICAGO - Dopo 108 anni di attesa e tanti fallimenti, i Chicago Cubs hanno messo fine alla siccità più lunga dello sport americano vincendo le World Series, la finale della Major League Baseball (MLB) contro i Cleveland Indians. Nati nel 1908, i «magnifici perdenti» si sono estinti il 2 Novembre 2016. Hanno strappato il titolo sul diamante dei Cleveland Indians 8-7 vincendo l'ultimo e decisivo inning rimasto in bilico fino alla fine. Hanno anche messo fine alla loro maledizione: nel 1945, un certo Billy Sianis, non avendo gradito il fatto di essere stato escluso dal Wrigley Field, lo stadio leggendario del Cubs, dove voleva entrare con la sua capra, aveva maledetto la squadra predicendo che non avrebbero mai vinto le World Series.

La maledizione è finita
Al termine della gara decine di migliaia di fan dei Cubs si sono riuniti a Chicago per festeggiare bevendo alla salute della squadra, di Billy Sianis e della sua capra. La maledizione è finita, i Chicago Cubs trionfano nelle World Series. Il baseball incorona la regina del 2016 che torna sul trono ad oltre un secolo dall'ultimo trionfo (1908) e a 71 anni dall'ultima apparizione alle World Series, datata 1945. Nel frattempo, la franchigia con le maglie blu ha perso la finale per sette volte, ha visto avvicendarsi 52 manager fino a Joe Maddon, che fin dal suo arrivo nel 2014 ha puntato sui giovani, dando le possibilità a Kris Bryant (24) e Javier Baez (23 anni). Nel 2015, hanno raggiunto le finali di Lega, l'equivalente delle semifinali, ma sono affondati contro i New York Mets (4-0). Con la spinta di Bryant, Baez e Anthony Rizzo niente e nessuno ha resistito ai giovani Cubs che hanno chiuso la stagione regolare con un impressionante record di 103 vittorie in 162 partite. Il capolavoro contro Cleveland che era 3-1 in vantaggio in queste World Series. «Tanto di cappello per i nostri ragazzi che non si arrendono mai: anche quando gli Indians avevano pareggiato con il gioco interrotto, hanno sempre creduto in loro», il pensiero di Joe Maddon.