16 settembre 2019
Aggiornato 00:00

Giovanni Galli ricorda: “Berlusconi fin da subito chiarì che il Milan sarebbe arrivato in cima al mondo”

L’ex portiere rossonero racconta un aneddoto che spiega l’ambizione e la competenza del presidente milanista

FIRENZE - Nel giorno degli 80 anni di Silvio Berlusconi, vuole ricordarlo Giovanni Galli, storico portiere del Milan di Sacchi, uno dei primi acquisti rossoneri dell’epopea berlusconiana, uno dei più affezionati al presidente: «Ricordo benissimo che fin dall’inizio Berlusconi chiarì che il Milan sarebbe diventato il club più forte al mondo - racconta Galli - e così è stato. Lui sapeva quello che voleva e sapeva come ottenerlo. Era avanti anni luce agli altri, ha fatto per primo cose che ora fanno tutti e che hanno appreso da lui; l’unico rimpianto che può avere è che l’impegno in politica gli ha sottratto troppo tempo e per alcune stagioni il Milan è andato in difficoltà a causa di questo».